« Torna indietro

Palazzo Chigi

Di Maio in Puglia: il sì al referendum è svolta del cambiamento, Salvini attacca: sospesi nel limbo

Roma – Il ministro degli Esteri, Luigi Di Maio, oggi impegnato nel tour elettorale in Puglia, è tornato a difendere il sì al referendum, sottolineando che non si tratta di una propaganda politica o di uno slogan, ma di una iniziativa concreta per iniziare a cambiare l’Italia. Ed ha citato il costituzionalista, Enzo Cheli, che ha rilanciato la necessità di procedere al taglio dei parlamentari come un passaggio necessario se l’obiettivo è il cambiamento del Paese.

Dal fronte opposto, il leader della Lega, Matteo Salvini, ha attaccato ancora la maggioranza di governo, che avrebbe scelto la strada di non decidere per continuare a tirare avanti fino al 2022, tanto per poter gestire l’elezione del prossimo Presidente della Repubblica. Incertezza su tutto, dal referendum all’emergenza sanitaria ed alla scuola. Così il Paese sta andando alla deriva – ha affermato – che decidessero cosa fare.

E sulla scuola in giornata è intervenuto il ministro della pubblica istruzione, Lucia Azzolina, che ha difeso il gran lavoro svolto dal suo ministero in collaborazione con l’Istituto superiore di sanità per rendere le scuole il più possibile sicure, ma ha aggiunto che non potranno essere aree assolutamente protette e degne del paradiso terrestre.

x