« Torna indietro

abusi sessuali

Badante avvelena un anziano con l’antigelo per prendersi la nuda proprietà

Faceva bere l’antigelo all’anziano per il quale lavorava per prendersi la nuda proprietà della casa

Ha tentato di uccidere l’anziano per il quale lavorava facendogli bere del liquido antigelo per auto. Con l’accusa di tentato omicidio, i carabinieri della compagnia di Susa, in provincia di Torino, hanno posto agli arresti domiciliari una donna peruviana di 46 anni. I fatti risalgono al giugno del 2019, quando l’uomo, un 88enne di Susa era stato ricoverato, accompagnato dalla stessa arrestata, per un grave avvelenamento. All’inizio si era pensato a un incidente e che l’uomo avesse confuso l’antigelo per una bevanda, ma le indagini avevano rivelato che era stata la donna, all’epoca badante dell’anziano, a farglielo bere. Il movente era la nuda proprietà dell’abitazione che nel 2016 la donna si era fatta cedere gratuitamente ingannando l’anziano, portandolo da un notaio senza avvisare l’amministratore di sostegno e facendogli firmare l’atto senza fargli capire il contenuto. La donna, per paura che venisse scoperta la truffa e che l’anziano cambiasse il testamento, aveva deciso di avvelenarlo somministrandogli il liquido antigelo per poi prendersi la casa.

x