« Torna indietro

piazze dei sapori verona

Piazze dei Sapori al via a Verona con obbligo di mascherina

Obbligo di mascherina di giorno per tutti coloro che accedono alla manifestazione ‘Le Piazze dei Sapori’, in piazza Bra. Dalle 10 della mattina, quando aprono gli stand, fino alla chiusura. Il sindaco ha firmato stamattina l’ordinanza che prevede l’obbligo dei dispositivi di protezione personale all’interno del perimetro dell’evento, ossia tra stand e banchi di prodotti tipici.

L’obbligo è per tutti, operatori, espositori e pubblico, fino al termine della manifestazione. Il mancato rispetto delle misure prevede una sanzione amministrativa.

La diciottesima edizione delle Piazze dei Sapori quest’anno torna a ridosso dell’Arena per garantire lo spazio necessario ad ospitare 50 aziende provenienti da tutta Italia. Ospite d’eccezione è l’Ungheria con il suo dolce ‘da camino’.

Una tre giorni ricca di sapori (10-13 settembre), soprattutto del territorio scaligero. In piazza è presente uno stand di Confesercenti per l’assaggio dei vini veronesi, grazie alla collaborazione del Consorzio Garda Doc e Custoza. Ogni calice è accompagnato dalle bruschette con l’olio dei Frantoi Redoro e dalla brochure dedicata ai ristoranti tipici di Verona. E ancora musica dal vivo, artisti di strada, balcone per le foto e mascotte di Gardaland, Parco Natura Viva e Funivia Malcesine Monte Baldo per i selfie con i bimbi. Così come aree tematiche dedicate a Coldiretti e al Parco Naturale della Lessinia con tante aziende agricole. Gli stand sono aperti tutti i giorni dalle 10 alle 23. 

Programma, informazioni e regole anti Covid sono disponibili sul sito www.lepiazzedeisapori.com.

A tagliare il nastro della tre giorni di eventi, è stato oggi il sindaco. Insieme a lui, sul liston, l’assessore al Commercio, il vicepresidente della Provincia, il presidente di Confesercenti Paolo Bissoli, insieme al direttore generale Alessandro Torluccio e ai rappresentanti delle realtà che collaborano all’iniziativa.  “Il ritorno in piazza Bra della manifestazione è un segnale importante della ripresa economica -ha detto il sindaco -. Negli utlimi mesi i comparti economici e turistici della città hanno sofferto molto, prima per il lockdowrn con le sue pesanti ripercussioni, di recente con i danni causati dal forte maltempo. E’ bello vedere la piazza piena di gente, anche i commercianti confermano che i turisti stanno tornando in città. L’Arena quest’estate non si è mai spenta, ha continuato a suonare e gli spettacoli degli utlimi giorni sono entrati nelle case di molti italiani. Anche questo è servito per il rilancio complessivo della città”. 

x