« Torna indietro

sciopero scuola Genova

Genova, lo sciopero degli studenti, in centinaia in corteo: “Scuola virtuale, pericolo reale”

Genova, lo sciopero degli studenti, in centinaia in corteo: “Scuola virtuale, pericolo reale”

Genova – “Scuola virtuale, pericolo reale”: questo lo slogan scritto sullo striscione che ha accompagnato il corteo di protesta degli studenti per le vie di Genova. Quasi mille studenti, insieme a insegnanti e genitori, hanno marciato da Caricamento in direzione palazzo Tursi.

A organizzare la manifestazione il collettivo Come Studio Genova”, ma in corteo c’erano diverse sigle tra precari della scuola, genitori, docenti e “personale in formazione”. In piazza anche i sindacati di base con Cobas e Usb e diversi collettivi studenteschi come 16cento e Barricata studenti liguri. Partiti da piazza Fanti d’Italia, i manifestanti hanno attraversato via Balbi, dove si trova la sede dell’Università per poi muovere verso il centro. Due i momenti di protesta, uno sotto il rettorato e uno sotto palazzo Tursi. Davanti all’ingresso dell’università di Genova sono stati appesi alcuni striscioni per ricordare che l’università è tutt’altro che ripartita. “A Genova l’università non è affatto ripartita come è accaduto a Torino, Bologna o Roma – spiega Federico Palacio del collettivo ComeStudioGenova – dove sono state le aziende private a investire per la ripartenza. L’ateneo genovese invece non interessa ai privati e in quanto istituzione pubblica non riparte, con 80% dei corsi che sono ancora in Dad”.

I ragazzi vogliono accendere i riflettori sullo stato di emergenza che sta attraversando l’intero comparto scolastico a causa dell’emergenza coronavirus. Il corteo, infine, raggiungerà piazza De Ferrari, proprio sotto il palazzo della Regione, per poi raggiungere Brignole dove la manifestazione si terminerà. La mobilitazione è a livello nazionale con cortei che si sono volti in contemporanea a Roma, Milano e Torino.

Edizioni