« Torna indietro

“Prima dell’ultimo respiro”, esce il nuovo capolavoro dei Santuari

“Prima dell’ultimo respiro”, esce il nuovo capolavoro dei Santuari

Sandrino, che mi combini? La tua poesia in rock ci ha stupito ancora una volta. Hai fatto la storia della musica a Macerata e di questa provincia quieta e pronta ad esplodere alle note della buona musica, anche quella impegnata. Un disco imperdibile per i fans della band nata nell’ottobre 2017 dall’incontro tra il maceratese Sandro Santucci e il chitarrista fermano Alessandro Funari: avventura continuata con Francesco Antonini, una volta che Funari ha abbandonato il gruppo.

La voce alla Jacques Brel del mitico Sandrino stilizza le atmosfere rarefatte del disco, raffinato e tuttavia popolare. I Santuari hanno fatto la storia del rock d’autore, “combattente” aggiungono loro, ma di vero c’è tutta la forza combinata alla malinconia che questa terra, erede di grandi culture musicali, può offrire a tutti.

I Santuari hanno vinto vari premi nella scena dell’underground nazionale, come quello all’Homeless Rock Festival. I cd che ricordiamo con piacere sono l’omonimo “Santuari” e “Al centro del tuono”. I numerosi live della band sono stati gli appuntamenti fissi degli aficionados, tra cui le apprezzate Feste della Musica e i Primi Maggio nel capoluogo marchigiano.

“Prima dell’ultimo respiro” è il disco della maturità: non ci sono convinzioni nè stilemi, solo tracce da disegnare nello spazio. E poi Sandrino è un mito, il vero personaggio artistico senza trucchi che a Macerata a dire il vero è sempre mancato. Sine qua non.

Edizioni