« Torna indietro

Rete solidale e antirazzista: iniziativa pubblica sabato 3 ottobre in Piazza Bovio

Lampedusa, 3 ottobre 2013: 368 vittime di un tragico naufragio, migranti in cerca di un futuro migliore. Il 3 ottobre di ogni anno è diventato così la Giornata nazionale in memoria delle vittime dell’immigrazione, istituita dal Parlamento della Repubblica con legge n. 45 del 2016.

Lampedusa, 3 ottobre 2013: 368 vittime di un tragico naufragio, migranti in cerca di un futuro migliore. Il 3 ottobre di ogni anno è diventato così la Giornata nazionale in memoria delle vittime dell’immigrazione, istituita dal Parlamento della Repubblica con legge n. 45 del 2016.

La Comunità senegalese e la Rete solidale e antirazzista invitano dunque cittadini e cittadine a partecipare all’iniziativa pubblica che si svolgerà al faro di piazza Bovio, a Piombino, sabato 3 ottobre prossimo, alle 17.30, per ricordare quella tragedia. Nel rispetto responsabile delle norme anticovid.


Ciascuno di noi affiderà un fiore al mare: lo faremo in silenzio, in segno di rispetto e personale partecipazione al lutto delle famiglie delle vittime, dei loro popoli, dell’umanità tutta. Lo faremo con l’obbiettivo politico di fare del Mediterraneo un mare di pace e accoglienza nella giustizia, grazie finalmente all’impegno solidale dell’Unione europea e dei paesi rivieraschi, per preparare un futuro degno alle generazioni a venire.

Chiediamo alle Amministrazioni comunali della Val di Cornia di esporre quel giorno al municipio la bandiera a mezz’asta in segno di lutto.

In particolare all’Amministrazione comunale di Piombino, chiediamo inoltre di dare attuazione all’ordine del giorno approvato dal Consiglio comunale lo scorso 30 luglio e di procedere quindi all’iscrizione anagrafica dei migranti presenti sul territorio; a censire quanti sono stati espulsi dal sistema di protezione; a riprendere il cammino intrapreso a suo tempo con la consulta degli immigrati e l’elezione del consigliere comunale aggiunto, per favorire la loro attiva partecipazione democratica alla vita della comunità.

Comunità senegalese

Rete solidale e antirazzista contatti 3472744126

Edizioni

x