« Torna indietro

Crocetta del Montello, lavori di asfaltatura e messa in sicurezza della viabilità

L’Amministrazione Comunale di Crocetta del Montello prosegue il proprio impegno per la messa in sicurezza della viabilità e delle intersezioni nel territorio comunale, a cui sono abbinati interventi di rifacimento del manto stradale e adeguamento della segnaletica orizzontale e verticale. Questi interventi previsti nel programma delle opere pubbliche sono cominciati da qualche giorno e proseguiranno nelle prossime settimane.

Il primo intervento ha interessato l’asfaltatura di via Santa Apollonia a cui seguiranno altri lavori di asfaltatura in Via Caodevilla e Piazza IV Novembre nel tratto antistante l’oratorio di Nogarè. I lavori più consistenti riguarderanno via Fantin e via Belvedere dove saranno realizzati gli attraversamenti pedonali rialzati e la segnaletica orizzontale e verticale con proiettore luminoso. Lo scopo è quello di rallentare la velocità del traffico visto la quantità di persone che utilizzano questa arteria stradale. Naturalmente, per garantire la sicurezza dei lavori la viabilità subirà delle modifiche.

Queste opere si inseriscono all’interno di un più ampio ragionamento dell’Amministrazione Comunale di Crocetta che mira a mettere in sicurezza la viabilità cittadina nei punti più delicati, a protezione soprattutto di pedoni e ciclisti. Interventi che hanno avuto una spesa complessiva nell’arco del 2020 di circa 120 mila euro. “Lo scopo – spiega l’Assessore ai Lavori Pubblici Stefano Masin – è quello di mettere in sicurezza le nostre strade, uno dei punti a cui teniamo di più del nostro programma. L’obiettivo e rendere sicuri pedoni e ciclisti”.L’Amministrazione Comunale di Crocetta è inoltre in continuo contatto con la Provincia per definire gli interventi in via Boschieri dove perdura il problema inerente alla velocità del traffico. “Stiamo cercando una soluzione ottimale per ridurre la velocità in via Boschieri – spiega l’Assessore Masin – con un continuo dialogo con la Provincia e i suoi tecnici. Anche qui l’obiettivo è mettere in sicurezza i soggetti più deboli che utilizzano la strada”.  

Edizioni

x