« Torna indietro

Tragica scoperta a Nardò, uomo trovato in un fosso senza vita

Una tragica scoperta questa mattina a Nardò, una scoperta che ha sconvolto passanti e gente del posto. Sul caso ci sono ancora avvolti numerosi aloni di mistero e nei prossimi giorni probabilmente si capirà la dinamica corretta di quanto è accaduto. Un uomo, Raffaele Sanasi 68enne di Nardò, è stato trovato senza vita in un fosso in Vico dei Fiori, a Santa Caterina, località marittima del centro neretino. La tragica scoperta, come detto, è avvenuta questa mattina, ma l’uomo probabilmente era morto già da diverse ore, o addirittura giorni. Da una prima ricostruzione dei fatti sembra si sia trattato a tutti gli effetti di un incidente. Il 68enne era alla guida del suo scooter quando, molto probabilmente, ha perso il controllo ed è finito dentro il fosso, facendo una caduta di circa tre metri e precipitando nel dirupo.

Tragica scoperta a Nardò, le ore successive al decesso

Come detto l’uomo, quasi sicuramente, era già morto da tempo prima che qualcuno si accorgesse del suo corpo. A farla, questa tragica scoperta, sono stati alcuni operai che, mentre erano intenti a fare alcuni lavori su quella strada, hanno notato lo scooter della vittima accanto al fosso. Da lì, si è attivata la macchina dei soccorsi con i sanitari del 118 che, però, non hanno potuto fare altro che constatare il decesso dell’uomo, una volta arrivati sul posto. Al momento l’ipotesi più plausibile, come detto, è la caduta dal mezzo a due ruote, mentre è impossibile stabilire l’orario della tragedia. L’uomo era solo, la moglie, di origini francesi, si trova a Parigi, ed è l’ennesima vittima del dramma della solitudine. Sul posto, una volta scattato l’allarme, si sono precipitati i Carabinieri della stazione locale per un sopralluogo. Gli uomini in divisa tutti i rilievi del caso per cercare di ricostruire quanto accaduto.

Edizioni