« Torna indietro

troppi contagi

troppi contagi

Troppi contagi a Taurisano. Arriva l’esercito per gestire i tamponi di massa

Negli ultimi giorni sono aumentati a dismisura i casi di Coronavirus nel Salento. I troppi contagi riguardano soprattutto Taurisano, paese della Provincia, particolarmente colpito dal Covid che ha da poco sforato il tetto dei 50 positivi. A spiegare la situazione nel dettaglio e dare dei messaggi certi alla popolazione, ci ha pensato il sindaco, Raffaele Stasi che è dovuto intervenire con un videomessaggio per informare i concittadini sulla situazione e sui troppi contagi nel paese da lui amministrato. Il primo cittadino ha dato anche la notizia della chiusura delle scuole dell’infanzia. A preoccupare, infatti, è l’elevato numero di contagi registrati tra i banchi di scuola, ma non solo. Ci sono anche 23 casi di positività (su 38 tamponi) che riguardano i giocatori della squadra di calcio del paese, l’Asd Taurisano 1939. Non solo calcio e scuola, però. A risultare positivi sono stati anche il parroco di una chiesa e un medico di base. In giornata, inoltre, si è assistito all’installazione di una tensostruttura della Asl vicino alle scuole medie per eseguire i necessari tamponi alle non poche persone che possono essere entrate in contatto con i contagiati. Questo evento ha generato molta ansia tra i taurisanesi, ma il sindaco ha tranquillizzato che in paese non ci sarà alcuna “zona rossa”, come in molti ipotizzavano.

Troppi contagi a Taurisano, le parole del sindaco

Nonostante i troppi contagi, quindi, per ora non ci sarà alcuna zona rossa ed a chiarirlo è lo stesso Sindaco di Taurisano che invita i suoi concittadini a non diffondere “notizie false e tendenziose”. Queste le parole del primo cittadino taurisanese sulla situazione e sui troppi contagi: “Numerosi nostri concittadini sono positivi e numerosi sono i contatti da monitorare: ringraziamo per questo le autorità sanitarie subito intervenute in paese. Parliamo di numerosi positivi, molti giovani, con figli nella scuola dell’infanzia, che per questo ho deciso di chiudere da subito con un’ordinanza. Dalla prossima settimana potremmo avere notizie speriamo più confortanti dall’ufficio di igiene pubblica. Spero in un’altra tensostruttura per poter fare un numero sempre maggiore di tamponi, per poter essere “studiati” e cercare di superare quest’emergenza. Ma occhio a non diffondere falsità sui social: il Sindaco non ha il potere di dichiarare zone rosse, che non sono la soluzione. Giusto per chiarire, le strade di campagna non verranno chiuse, come qualcuno va dicendo“. Stasi ringrazia, inoltre, Lopalco ed Emiliano per la collaborazione, invitando  a rispettare le regole: “Dobbiamo farlo tutti, è un virus subdolo. Più tamponi verranno fatti meglio è per la nostra comunità”.

Edizioni