« Torna indietro

Violenza a una ragazza, verso il rinvio a giudizio il figlio di Beppe Grillo e tre suoi amici

Invitata in una casa di famiglia al Piccolo Pevero, sarebbe stata violentata da un gruppo di ragazzi. La vicenda, che ha scosso la Sardegna l’estate scorsa, sarebbe giunta al momento della verità. La procura di Tempio Pausania, secondo quanto riportato nelle ultime ore dai media più importanti, potrebbe anche rinviare a giudizio il figlio di Beppe Grillo, Ciro, che di quel gruppo faceva parte.

Il 16 luglio dell’anno scorso, dopo una serata passata al Billionaire di Porto Cervo, una studentessa milanese di 19 anni sarebbe stata invitata a casa da Ciro e tre suoi amici. A questo punto avrebbe detto no alla richiesta di un rapporto sessuale, anche perché a suo giudizio imbottita di alcol, ma il gruppo avrebbe proseguito nel suo intento, avendo rapporti a turno con la ragazza.

La verità è forse nelle registrazioni dei cellulari, e anche nei video, che i periti della procura sarda hanno terminato di analizzare. Ora il probabile rinvio a giudizio. Il procuratore di Tempio Pausania, Gregorio Capasso, ha interrogato la vittima, la quale avrebbe confermato i fatti così come erano stati resi noti in un primo momento.

Parvin Tadjik, la moglie di Beppe Grillo che dormiva nell’appartamento a fianco, ha già dichiarato ai giudici di non aver sentito rumori particolari. La difesa punta tutte le sue carte sul fatto che la ragazza sarebbe stata consenziente. Ora la parola torna ai giudici.

Edizioni

x