« Torna indietro

controlli spaccio droga

Controlli contro lo spaccio di droga a Firenze e provincia: un arresto, sequestrati 12 dosi e 220 grammi di eroina

Controlli per stroncare lo spaccio di droga a Firenze e in provincia. I Carabinieri della stazione di Firenze Peretola, impegnati in un servizio di pattuglia all’interno del Parco delle Cascine per la prevenzione e repressione dei reati, e in specie, dello spaccio di sostanze stupefacenti, hanno arrestato un tunisino per detenzione di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio.

A seguito di alcune segnalazioni relative alla presenza di intrusi che accedevano all’ex ippodromo “Le Mulina”, i militari hanno effettuato controlli presso la struttura ove hanno constatato che alcuni dei locali erano adibiti a ricoveri di fortuna.

Qui i militari hanno rintracciato A.S, 46enne tunisino pluripregiudicato, già noto agli operanti, il quale, a seguito di accurata ispezione dei luoghi ove aveva attrezzato una dimora, veniva trovato in possesso di un involucro, celato all’interno di un mattone forato, contenente circa 220 grammi di eroina.

Lo stupefacente è stato posto sotto sequestro mentre l’uomo è stato arrestato con l’accusa di detenzione di stupefacenti ai fini di spaccio ed è stato condotto al carcere fiorentino di Sollicciano.

Controlli a Fucecchio, 9 sanzioni, una patente ritirata

In questi ultimi giorni i Carabinieri della Compagnia di Empoli hanno ulteriormente intensificato i controlli nelle frazioni che insistono nell’area boschiva delle “Cerbaie” del Comune di Fucecchio, effettuando verifiche mirate a obiettivi sensibili, appositamente individuati al fine di prevenire e reprimere reati contro lo spaccio di sostanze stupefacenti e, in generale, violazioni delle norme inerenti all’ordine e alla sicurezza pubblica.

Gli uomini dell’Arma, comunque impegnati quotidianamente nel controllo di persone e veicoli nonché di luoghi abitualmente frequentati da soggetti pregiudicati o con precedenti di polizia, hanno predisposto numerosi servizi per assicurare un monitoraggio costante delle condizioni di sicurezza dei cittadini.

E’ stato effettuato il controllo di persone (a bordo di autoveicoli e a piedi) di circoli e locali per il rispetto delle norme anti contagio da Covid -19 (in particolar modo nelle frazioni “Massarella” e “Torre”) ed abituali luoghi di ritrovo di persone dedite allo spaccio di stupefacenti, impiegando complessivamente 12 militari, 6 mezzi e 2 unità Cinofile del Nucleo di Firenze che hanno effettuato posti di controllo e perquisizioni.

Questo ha portato a sanzionare per l’inosservanza delle prescrizioni anti contagio da “Covid–19” 5 persone, di età comprese tra i 31 ed i 59 anni, provenienti da altri Comuni senza giustificato motivo;

Ma anche ad elevare 4 contravvenzioni al C.di S., anche ad alcuni dei soggetti pure sanzionati per il mancato rispetto delle prescrizioni anti contagio da “Covid-19” che oltre che per tali violazioni sono stati sorpresi con un comportamento scorretto alla guida, come più volte segnalato dai residenti, mettendo a rischio la sicurezza degli abitanti delle frazioni, con il ritiro ad uno di loro della patente di guida ed il sequestro e fermo amministrativo del veicolo per mancanza di copertura assicurativa.

Con le unità cinofile sono state, inoltre, setacciate le aree utilizzate da giovani e anziani, che i residenti chiedono di poter utilizzare con maggiore tranquillità per lo svago dei più piccoli e rinvenuti, in frazione “Torre”, un bilancino elettronico di precisione ed un rotolo di buste in cellophane, utilizzati dagli spacciatori per il confezionamento dello stupefacente.

Durante i controlli, inoltre, un 49enne è stato sorpreso alla guida di una autovettura di cui era stata denunciata la mancata restituzione, ragion per cui i militari hanno proceduto nei suoi confronti per appropriazione indebita e provveduto alla restituzione del mezzo al legittimo proprietario.

Ingoia 12 dosi di eroina, denunciato giovane nigeriano

Durante un servizio di controllo del territorio, i carabinieri della Stazione di Firenze Palazzo Pitti hanno fermato un giovane extracomunitario nigeriano che, alla vista dei Carabinieri, ha ingoiato diverse palline bianche, cercando di occultare il gesto coprendosi con la mascherina.

I militari, insospettiti dall’insolito comportamento, lo hanno condotto presso il pronto soccorso dell’ospedale San Giovanni di Dio, dove la TAC ha evidenziato la presenza di ben 12 dosi di sostanza stupefacente che, una volta recuperata, si è accertato essere del tipo eroina.

Il giovane è stato denunciato e la sostanza sequestrata, unitamente a 90 euro che lo stesso portava con se, ritenuti provento dell’attività di spaccio

Edizioni