« Torna indietro

Black Friday, ormai è senza regole

Saranno 25 milioni di Italiani, secondo le ultime stime, a contendersi gli sconti più convenienti dell’anno. Black Friday, la parola magica che scatena la grande fame degli acquisti. Peccato che non si riferisca più al solo Friday (venerdì) o a un periodo circoscritto nel tempo, come è sempre stato, ma si estenda senza orari, regole, accordi. Un gran mercato di offerte di ogni tipo che anticipano e forse quest’anno sostituiscono gli acquisti di Natale.

Ma alla deregulation totale i commercianti non ci stanno: ​“Soffrono i negozi di abbigliamento, calzature e accessori. Le restrizioni hanno chiuso quasi 58mila imprese su 135mila, imponendo restrizioni ad altre 40mila”. Insomma, non possiamo competere, che si fa?

Gli sconti a pioggia sono del 20-30% in media, ma c’è di più. Le scelte come quella di MediaWorld di dichiarare un Black November cioè di scontare tutto il mese, distruggono il piccolo commercio. Tra telefonini e elettrodomestici, i più richiesti, scarpe e delicatessen agroalimentari, il consumatore si farà ancora una volta sorprendere.

Le vendite online hanno ormai conquistato il mercato, i colossi commerciali di internet hanno preso il largo, non c’è più un ritorno al passato. Confesercenti ha scritto, invano a quanto ci risulta, al nostro Presidente del Consiglio per chiedere un rinvio del Black Friday – o Black Month, o Cyber Monday, come si voglia chiamare – come è avvenuto in Francia per chiedere di posticipare a dicembre, come hanno deciso in Francia. 

Edizioni

x