« Torna indietro

Catania, il M5S scrive al sindaco: “Pogliese pensi alla sua maggioranza che non vota le delibere”

Catania, il M5S scrive al sindaco: “Pogliese pensi alla sua maggioranza che non vota le delibere”

Pubblichiamo una lettera aperta del M5S catanese al sindaco Salvo Pogliese, nella missiva si legge, tra l’altro: “E’ preoccupante la sua totale indifferenza al reale dato politico: la maggioranza troppo spesso non vota le delibere (debiti fuori bilancio), dimostrando la mancanza dei numeri necessari per portare avanti i lavori d’aula. Anziché pensare a noi, pensi a se stesso”.

Ringraziamo il sindaco Pogliese per aver ricordato (a modo suo) il nostro ruolo d’opposizione. Alla luce di alcune sue affermazioni sul quotidiano “La Sicilia”, riteniamo opportuno fare delle precisazioni. Il (re-integrato) Sindaco, infatti, sembrerebbe non apprezzare il garbo istituzionale sempre mantenuto da questo gruppo in aula e probabilmente la sua sospensione non gli avrà permesso di conoscere e seguire i lavori. Vogliamo ricordare al signor Sindaco che abbiamo sempre svolto con responsabilità il nostro ruolo d’opposizione: in aula votando atti importanti per la città e per i cittadini (via Castromarino docet) e fuori dall’aula manifestando, con le associazioni del territorio, contro le scellerate decisioni urbanistiche o amministrative, denunciate nelle opportune sedi.Dall’alto della sua “esperienza” di consigliere comunale, Pogliese critica e “romanza” la nostra attività, accusandoci di non aver “mai votato alcun atto” (dichiarazione falsa, carte alla mano) e di avere un comportamento “anomalo”. Forse desidera un’opposizione che depositi, in modo insensato e strumentale, migliaia di emendamenti? Ha disperatamente bisogno dei voti dell’opposizione per approvare delibere e garantire la gestione della città?

E’ preoccupante la sua totale indifferenza al reale dato politico: la maggioranza troppo spesso non vota le delibere (debiti fuori bilancio), dimostrando la mancanza dei numeri necessari per portare avanti i lavori d’aula. Anziché pensare a noi, pensi a se stesso. Le responsabilità di questa tragicomica situazione partono dal suo modo di fare politica, dalla presunzione di aver portato in aula delibere con una urgenza così immotivata che ha impedito il raggiungimento del numero legale per ben due sedute consecutive (debiti fuori bilancio lettera E- e relativa nota segretario generale), nonostante i pressanti “appelli” che tanti, non solo di opposizione, hanno legittimamente rispedito al mittente.

Il Sindaco dovrebbe porsi altre domande e approfondire le manifeste “anomalie” all’interno della maggioranza. Con il nuovo anno ci auguriamo che Pogliese possa concentrarsi sui problemi della città, che sono tanti e irrisolti sotto ogni profilo, senza aspettare aiuti di noi “inesperti” consiglieri d’opposizione o del governo centrale. Inoltre gli consigliamo di ascoltare la sua maggioranza, che da tempo manifesta grossi “mal di pancia”, frutto di una gestione politico amministrativa piuttosto scadente.

Il gruppo consiliare del MoVimento 5 Stelle

Edizioni

x