« Torna indietro

Friedman dà della “escort” a Melania Trump in tv. Poi chiede scusa, ma il caso è già scoppiato

Inutile chiedere scusa quando “è scappato” dalla bocca un insulto pesante. E’ il caso del noto politologo Alan Friedman che durante un collegamento su “Unomattina” ha commentato alcune immagini provenienti dagli Stati Uniti così: “Trump si mette in aereo con la sua escort… ehm… sua moglie e vanno a Mar-a-Lago, in Florida”.

Voleva essere simpatico, ma non lo è stato, e oggi tutti lo accusano di essere stato sessista. Ieri è andato da Myrta Merlino a “L’aria che tira” e ha chiesto scusa davanti a tutti. “Alan, ieri sei finito al centro di una grande polemica per aver dato della escort a Melania… Da donna ti dico non usare quella parola, ‘escort’, per parlare di una donna, è sbagliata sempre, comunque la si pensa. Non mi piace” lo ha imbeccato la conduttrice e lui: “Myrta, da amico ti dico che ho fatto una battuta infelice, di pessimo gusto e fatta male, per cui chiedo scusa. Tu mi conosci, sai che sono contro i misogini e i maschilisti”.

Friedman crede di essersela cavata, ma a “Unomattina” ancora non hanno dimenticato e la giornalista Monica Giandotti e Marco Frittella hanno voluto commentare: “In questi studi si è verificato uno spiacevole incidente, un ospite in collegamento ha rivolto un insulto sessista a una donna. Durante la diretta abbiamo sollevato il nostro disappunto e sottolineato l’accaduto”. Valeria Fedeli, capogruppo pd in Commissione Rai dice che “non basta una nota. Per restituire dignità e autorevolezza all’informazione targata Rai servono scelte concrete, provvedimenti precisi”. La questione è lontana dall’essere risolta.

Edizioni

x