« Torna indietro

Valle Peligna, Gdf: scoperta piantagione di marijuana

Valle Peligna, Gdf: scoperta piantagione di marijuana

Anche durante il lockdown continua l’azione della Guardia di Finanza volta a prevenire e reprimere lo spaccio ed il consumo di sostanze stupefacenti nella Valle Peligna. I militari del nucleo mobile della Compagnia di Sulmona hanno infatti rinvenuto all’interno di un capanno, posto in un’area agricola abilmente occultata, numerose piante di cannabis, già in fase di essicazione, complete di fogliame e inflorescenze.

Dai circa 12,5 chilogrammi di prodotto sequestrato, connotato da elevato principio attivo, lo spacciatore avrebbe potuto ottenere circa 9500 dosi. Lo stupefacente e le attrezzature sequestrate sono stati quindi posti a disposizione della locale Procura della Repubblica di Sulmona. Il Pubblico ministero, dottor Stefano Iafolla, a chiusura delle indagini ha emesso avviso di conclusione delle indagini all’indagato, ex articolo 415 bis del Codice di procedura penale. L’operazione si inserisce in una più ampia cornice strategica che nel corso del 2020 ha consentito di trarre in arresto, in flagranza di reato, cinque soggetti, deferendone altri cinque alla Procura della Repubblica di Sulmona. Erano tutti responsabili della violazione di cui all’articolo 73 del Dpr 309/90 (produzione, traffico e detenzione illecita di sostanze stupefacenti o psicotrope) e a sequestrare circa 1,5 chilogrammi di marijuana, oltre a cocaina, hashish e numerosi semi di canapa.

L’operazione delle Fiamme Gialle rientra in un più ampio dispositivo di analisi e monitoraggio quotidiano delle aree ritenute a rischio per la coltivazione e lo spaccio di sostanze stupefacenti che, nell’ambito della costante attività di controllo economico del territorio, mira a reprimere ogni forma di condotta illecita e testimonia l’impegno quotidiano del Corpo nella tutela della salute e della legalità.

Edizioni

x