« Torna indietro

Traffico e spaccio di droga dall’Albania. Sequestrati beni per 900mila euro nell’operazione “Nuovi Orizzonti”

Si è conclusa un’importante operazione di Polizia che ha portato al rinvio a giudizio di 14 persone per traffico e spaccio di droga tra l’Albania e il Salento. Dopo quella avvenuta qualche settimana fa in Sicilia, ancora un’importante operazione contro la criminalità organizzata. La Direzione Investigativa Antimafia, con il coordinamento della Procura della Repubblica – DDA di Lecce, ha terminato un’articolata attività investigativa che si è conclusa con il rinvio a giudizio di 14 persone, tra cui una di origine albanese e 3 di origine calabrese. L’operazione, che come detto è stata denominata “Nuovi Orizzonti”, era stata avviata nel 2015 e ha permesso di disarticolare un’associazione a delinquere italo-albanese finalizzata al traffico e spaccio di sostanze stupefacenti.

Traffico e spaccio di droga dall’Albania. Il modus operandi

dia badalamenti mafia

L’organizzazione criminale, con l’utilizzo di potenti imbarcazioni, si occupava del traffico e spaccio di droga, importando ingenti quantitativi di marijuana dall’Albania, per poi distribuirla in diverse piazze italiane, in particolare in Trentino Alto Adige, Lazio e Campania. Nel corso dell’attività investigativa sono stati sottoposti a sequestro circa 50 chili di sostanza stupefacente e, in due distinte circostanze, sono stati tratti in arresto due soggetti. Nell’ambito della stessa operazione, inoltre, a seguito di proposta di Misura di Prevenzione a firma del Direttore della DIA, nei confronti del principale indagato è stato eseguito il sequestro e successivamente la confisca di due ville situate a Lecce, due motoveicoli e rapporti finanziarie intestati al proposto e ai parenti conviventi per un valore complessivo di circa 900mila euro.

Edizioni

x