« Torna indietro

dosi vaccini

IL CENTRO VACCINALE ANTI-COVID DI SAN DONA’ CAMBIA SEDE E VA NELLA “CASA DELLE ASSOCIAZIONI” IN VIA SVEZIA

25.3.2021 – Il centro vaccinale anti-covid di San Donà di Piave giovedì 25 marzo cambia sede, viene trasferito dall’attuale edificio di via Girardi alla vicina “Casa delle Associazioni” in via Svezia 2.

Il cambio di sede avviene senza alcuna interruzione del servizio. L’utenza già reclutata per l’immunizzazione di oggi (farmacisti, personale dei servizi primari) dalle ore 13.30 effettuerà il vaccino nell’edificio già noto alla popolazione perché in precedenza adibito a covid-point.

“Un trasferimento doveroso, in un edificio più ampio e adeguato dell’attuale che ci permetterà di ampliare il numero delle vaccinazioni – spiega il dg dell’Ulss 4, Mauro Filippi – . Ci prepariamo ad accogliere i grandi flussi di persone da vaccinare nel momento in cui avremo a disposizione altrettanti grandi numeri di vaccini. Ringrazio il Comune di San Donà che ci ha aiutato nell’individuare una collocazione adeguata e le Associazioni di volontariato che hanno dovuto liberare gli spazi da loro occupati”.

Il centro vaccinale di San Donà di Piave è fornito al momento di 5 unità vaccinali attivate a seconda del flusso delle persone invitate ad immunizzarsi. All’interno sarà presente anche una infermeria, due medici durante l’orario di vaccinazione, un’area di attesa post-vaccinale.

Per quanto riguarda l’eventuale attesa pre-vaccinale sono stati allestiti dei gazebo all’esterno della struttura forniti dalla protezione civile di San Donà di Piave che provvederà anche alla preziosa collaborazione nella gestione e controllo dei flussi.

Il direttore generale interviene anche sullo stato delle vaccinazioni: “L’attività vaccinale prosegue secondo il piano regionale – continua Filippi – il personale dell’Azienda Ulss 4 sta svolgendo un lavoro enorme, con impegno e sacrifici anche al di fuori dell’orario di lavoro, per questo a tutti va il mio grande ringraziamento. Per quanto riguarda il calendario vaccinale si sta proseguendo per step, sulla base delle forniture dei vaccini e coinvolgendo le categorie previste. Il programma vaccinale verrà reso noto settimanalmente, attraverso i canali informativi dell’Ulss4 ma anche mediante i sindaci e medici di famiglia. Di giorno in giorno si sta cercando di migliorare una macchina organizzativa complessa che arriverà a vaccinare l’intera popolazione”

x