« Torna indietro

Draghi in conferenza stampa: "La disponibilità dei vaccini non è calata, anzi sta risalendo"

Draghi in conferenza stampa: “La disponibilità dei vaccini non è calata, anzi sta risalendo”

 Il Presidente del Consiglio, Mario Draghi, ha tenuto una conferenza stampa presso la sala polifunzionale della Presidenza del Consiglio.

Ha dichiarato: “La disponibilità dei vaccini non è calata, anzi sta risalendo. Non ho dubbi sul fatto che gli obiettivi vengano raggiunti“. E ancora: “Il lavoro procede, il commissario all’emergenza sta facendo bene con le Regioni”, ha aggiunto, e ha affermato che la disponibilità dei vaccini “permette di vaccinare entro aprile tutti gli over 80“.

AstraZeneca, Draghi: “seguire le linee guida”

“La raccomandazione è seguire le linee guida e usare il vaccino AstraZeneca per coloro che hanno più di 60 anni di età. Il rischio di decesso è massimo per coloro che hanno più di 75 anni. Smettetela di vaccinare chi ha meno di 60 anni, i giovani, i ragazzi, gli psicologi di 35 anni, queste platee di operatori sanitari che si allargano”. Non mancano i casi nei quali non si risponde al buon senso. Afferma Draghi: “Con che coscienza la gente salta la lista per vaccinarsi lasciando un rischio concreto di morte per le persone fragili o gli over 75?”

Riaperture: “Quanto più procedono celermente le vaccinazioni, tanto più si potrà tornare a riaprire”

Il presidente del Consiglio ha poi parlato della fine delle restrizioni: “Tutti chiedono le riaperture. È normale farlo. La miglior forma di sostegno all’economia sono le riaperture. Sono consapevole del bisogno e della disperazione, delle manifestazioni che ci sono state. Capisco il senso di smarrimento e di alienazione che c’è in questa situazione”, ha aggiunto Draghi, e ha sottolineato: “Quanto più procedono celermente le vaccinazioni, tanto più si potrà tornare a riaprire. Parlo delle categorie a rischio”, sostiene, “occorre il 10% delle categorie a rischio e meno sugli altri”, osserva. “Non ho una data. Ci stiamo pensando, ma dipende dall’andamento dei contagi e dalle vaccinazioni per le categorie a rischio“, osserva il presidente del Consiglio.

Draghi: “Manca una data per la stagione turistica”

La stagione turistica? Manca una data. Garavaglia dice a giugno. Speriamo, magari anche prima chi lo sa”, ha detto Draghi. “Non diamo per abbandonata la stagione turistica, tutt’altro”, conclude. “Penso a un piano di riapertura delle fiere e degli eventi: è il miglior messaggio di fiducia al paese. Stiamo guardando al futuro delle prossime settimane”. E ancora: “Le riaperture dovranno esserci, ci stiamo pensando in questi giorni, dipende dall’andamento dei contagi e dei vaccini“.

Draghi e le scelte oculate: “Grande stima per Speranza”

“Ho detto al ministro Salvini che ho voluto io il ministro Speranza e ne ho grande stima”: queste le parole di Draghi, in risposta ad una domanda sull’incontro con il leader della Lega che nei giorni scorsi aveva più volte attaccato il ministro della Salute. (fonte: Agi)

Edizioni

x