« Torna indietro

Terra dei Tiepolo,+17% di utenti per il portale del Miranese

16.4.2021 – C’è voglia di ripartire, tornare a muoversi e riscoprire il territorio che per lungo tempo è rimasto nascosto. Lo si capisce anche dai primi dati degli accessi registrati, in questi primi mesi, nella nuova Sezione Turismo del Portale del Miranese, la piattaforma che mette in collegamento con i clienti i servizi e le attività commerciali del territorio.

Da quando, lo scorso 28 gennaio, il Portale si è arricchito di una sezione interamente dedicata alla riscoperta del territorio, con le sue bellezze, i siti caratteristici, le attrazioni da non perdere e l’offerta ricettiva, la piattaforma ha registrato un incremento delle visite pari al 17,6%, con oltre 5 mila visitatori e più di 6 mila sessioni di collegamento. Parliamo di un Portale che era già intensamente utilizzato prima, soprattutto durante i periodi di lockdown, quand’era utile per contattare, ad esempio, le attività commerciali che svolgevano servizi di consegna a domicilio o take away.

Degli utenti che hanno scoperto il Portale e la Sezione Turismo, l’88,7 % non aveva mai effettuato prima un accesso alla piattaforma, mentre l’11,3% erano già frequentatori assidui del Portale, fino a quel momento riservato appunto solo al commercio e ai servizi. Per quanto riguarda la provenienza del pubblico, al primo posto troviamo la città di Milano (19,90%), seguita da Venezia (19,02%). Altri picchi di rilievo arrivano dalle città di Treviso, Vicenza, Roma e Padova. In ultima istanza, una piccola parte del pubblico si concentra su Mogliano Veneto, Udine e Bologna.

Dati che mostrano l’interesse e il potenziale di questo strumento, anche in ottica futura, soprattutto in questa fase di pre-ripartenza: «Nonostante non conosciamo ancora come e quando si potrà tornare alla normalità – spiegano il Presidente di Confcommercio del Miranese Ennio Gallo e la direttrice Tiziana Molinari – c’è voglia di ricominciare e la riscoperta, per ora solo online, delle bellezze del Miranese mostrano, da un lato un nostalgico sguardo agli angoli del territorio vicini a noi, da troppo tempo preclusi ai nostri occhi e alle nostre abitudini, dall’altro è un chiaro segnale di interesse e scoperta in vista di possibili future fruizioni, riscontrabile anche dalla provenienza non sempre locale dei visitatori. Siamo impegnati a spingere in direzione di una graduale e sicura riapertura delle nostre attività e il turismo è un settore che rientra a pieno titolo in questo obiettivo».

La Sezione Turismo del Portale del Miranese ospita al momento le bellezze di Mirano, Noale e Salzano, ma in un prossimo futuro coinvolgerà anche gli altri centri come Martellago, Spinea, Scorzè e Santa Maria di Sala. Nonostante una guida ancora parziale, il ritorno positivo che l’iniziativa sta riscuotendo è davvero notevole. Segnale che il Miranese ambisce, tra le altre cose, ad attrarre flussi turistici rilevanti, forte delle sue peculiarità e di una modalità di accoglienza diversa dal turismo di massa, che favorisce la lentezza, gli aspetti naturalistici e la mobilità sostenibile, i prodotti tipici e legati alle ricorrenze.

La campagna promozionale portata avanti da Confcommercio del Miranese per questa nuova iniziativa si è avvalsa dell’utilizzo di piccoli trailer emozionali, realizzati con la collaborazione di partner come Echidna Cultura, La Piccionaia e True Hardcore Cycle: grazie alla loro diffusione è emerso che quasi 130 mila persone hanno visualizzato i contenuti multimediali legati alla Sezione Turismo solo attraverso i canali social di Confcommercio e senza contare i dati della divulgazione effettuata dai partner stessi.

Per Confcommercio del Miranese, la consapevolezza di aver investito su un progetto valido e ricco di potenziale deriva anche dai numerosi commenti positivi lasciati dagli utenti del web sotto i post pubblicati nelle pagine. Alle esternazioni di apprezzamento, si sono affiancate manifestazioni di stupore e i ringraziamenti di chi, vivendo o avendo vissuto il territorio, lo ha ritrovato raccontato e valorizzato in una versione inedita ed emozionale.

x