« Torna indietro

comuni

Il Consiglio comunale vota il Bilancio preventivo

Il Consiglio comunale vota il Bilancio preventivo. Il sindaco: “Oltre 18 milioni alle opere pubbliche per ridisegnare la città e dare ossigeno all’economia”

Il Consiglio comunale vota a maggioranza il bilancio preventivo 2021-2023, lo strumento di programmazione più importante per un Comune: rappresenta le entrate attese, dando evidenza della previsione del loro impiego.

“Il previsionale è il documento che più di ogni indica l’impronta che vogliamo dare alla città – spiega Francesco Ferrari, sindaco di Piombino -. È per questo che abbiamo voluto destinare il nostro massimo impegno sui lavori pubblici con una somma mai stanziata prima di 18 milioni e 610mila euro. Nei prossimi 3 anni ridisegneremo, quindi, la città per ridarle decoro e mostrare chiaramente ai piombinesi il segno del cambio di passo. Faremo partire tutte quelle opere che le passate amministrazioni hanno tenuto nel cassetto e altre che la città attende da troppo tempo. Saranno investimenti efficaci, poi, a dare ossigeno all’economia del territorio”.

Le entrate correnti di natura tributaria, contributiva e perequativa ammontano a 26 milioni e 895mila euro, di cui l’11 per cento provenienti dal recupero dell’Imu dal 2016 al 2018. Per l’addizionale Irpef si è tenuto conto del dato 2020, in considerazione del mantenimento dell’aliquota dell’8 per mille e dell’esenzione ad euro 10mila pro capite.

I trasferimenti da Stato e Regione ammontano a 2 milioni e 651mila euro, le entrate extratributarie, invece, a 8 milioni e 186mila euro. Le entrate in conto capitale sono state calcolate a 14 milioni e 609mila euro. La spesa corrente che caratterizza la gestione ordinaria, ammonta a complessivi 35 milioni e 760mila euro. L’organo di revisione si è espresso con parere favorevole sul bilancio preventivo 2021 – 2023.

“L’impiego delle risorse sulle singole missioni, come ampiamente illustrato nel corso del Consiglio Comunale di questa mattina, contribuisce alla intellegibilità del Bilancio preventivo che, rispetto alle iniziali previsioni dell’anno 2020, mostra un incremento degli impieghi nei settori delle attività produttive, dello sport, dell’urbanistica e dei lavori pubblici – commenta Paolo Ferracci, assessore al Bilancio -. Degno di nota è poi l’incremento, rispetto allo scorso anno, di oltre 300 mila euro sulla cosiddetta missione 12, quella per i diritti sociali, politiche e famiglia. Inutile ricordare le notevoli difficoltà che si incontrano nel fare stime attendibili, soprattutto in una situazione ancora segnata dall’incertezza a causa dell’emergenza sanitaria: dobbiamo tener conto, anche, di eventuali modifiche in relazione al verificarsi di circostanze nuove o imprevedibili che, nel caso dovessero accadere, verranno evidenziate in apposite variazioni di Bilancio.”

Importante novità anche sul fondo rischi: la causa intentata da Navarra contro il Comune è stata classificata come evento remoto, con probabilità di soccombenza stimata al di sotto del 10 per cento. Il Comune, secondo i raccomandati principi di prudenza, ha comunque mantenuto il fondo rischi stanziato per il 2020, prevedendone l‘incremento di euro 71 mila euro nel 2021.

x