« Torna indietro

“ USB parteciperà con le nostre bandiere”

USB parteciperà con le nostre bandiere per lo spirito unitario dei lavoratori causato dalla grave situazione che sta prendendo la vertenza delle acciaierie di Piombino, esprimeremo le nostre idee democraticamente come facciamo sempre. I lavoratori non hanno ancora avuto risposte concrete da Jindal e dal Governo, l’azienda in pratica è prossima al fallimento perché non sta producendo più niente, non è previsto nessun investimento, anche perché il piano industriale è stato rigettato dal Governo perché erano previsti solo investimenti con soldi dello stato. La multinazionale indiana non vuole tirare fuori un centesimo e quindi noi chiediamo che vada VIA e lo STATO nazionalizzi o entri nel capitale sociale con una quota maggioritaria. Lo Stato è l’unico che può salvare le acciaierie Piombinesi con, investimenti ecosostenibili, riconversione ecologia, bonifiche e smantellamento degli impianti, diversificazione industriale. In questi tre anni la multinazionale indiana ha fatto solo promesse, non è stata capace di produrre un piano industriale fattibile. A Settembre scadrà la cassa integrazione dei lavoratori della Piombino Logistics e a Gennaio quella dei lavoratori di JSW, si rischia una bomba sociale nel comprensorio piombinese mettendo a rischio le famiglie e tutta l’economia che gira intorno allo stabilimento già messa in crisi dalla pandemia e dallo spegnimento dell’Altoforno e l’area a caldo di 7 anni fa.

USB PIOMBINO LAVORO PRIVATO.

x