« Torna indietro

Reddito di cittadinanza ad evasi e carcerati: 2,5 milioni ai danni dell’INPS di Afragola (VIDEO- Intervista al Maggiore Bellucci)

Denunciati 298 soggetti che percepivano il reddito di cittadinanza pur non avendone diritto.

La Guardia di Finanza di Napoli ha denunciato 298 persone che avrebbero percepito il reddito di cittadinanza senza averne diritto.

L’attività, coordinata dalla Procura della Repubblica di Napoli Nord ed avviata grazie alla collaborazione tra l’INPS ed i finanzieri del Gruppo di Frattamaggiore, ha permesso tramite un’attenta analisi di individuare centinaia di domande irregolari presentate da soggetti residenti nell’area nord della provincia di Napoli.

Per il periodo che va da settembre 2020 a maggio 2021 è stato rilevato che diverse domande comprendevano persone destinatarie di provvedimenti giudiziari, che quindi non avevano diritto al reddito di cittadinanza.

Il danno quantificato dall’INPS di Afragola è pari a 2,5 milioni di euro. Per i responsabili è scattata la revoca del sussidio ed anche la denuncia da parte dell’Autorità Giudiziaria per truffa ai danni dello Stato.

In seguito ad ulteriori approfondimenti le Fiamme Gialle hanno individuato anche 8 richiedenti che, oltre ad avere percepito indebitamente delle somme di denaro, sono poi evasi dagli arresti domiciliari per raggiungere i centri di assistenza fiscale e presentare le domande per il reddito di cittadinanza.

Uno dei casi più emblematici si è verificato presso un centro di assistenza fiscale di Frattamaggiore, dove è stata recuperata la domanda di un soggetto che addirittura era detenuto presso il carcere di Santa Maria Capua Vetere.

Le attività di controllo della Guardia di Finanza proseguiranno anche nei prossimi giorni per contrastare ogni forma di illecito che incidono sulle risorse pubbliche destinate alle famiglie realmente bisognose e colpite dalla crisi economica.

YouTube video
x