« Torna indietro

Roma, sequestrati 6 chili di droga tra cocaina, hashish e shaboo. Sette gli arresti

Continuano senza sosta i servizi specifici della Questura e dei Commissariati diretti al contrasto dello spaccio di sostanze stupefacenti, che si avvalgono di un capillare controllo del territorio e di successive, approfondite, attività info-investigative.

Continuano senza sosta i servizi specifici della Questura e dei Commissariati diretti al contrasto dello spaccio di sostanze stupefacenti, che si avvalgono di un capillare controllo del territorio e di successive, approfondite, attività info-investigative.

I quotidiani servizi per la prevenzione e la repressione dei reati improntati dagli agenti del III Distretto Fidene-Serpentara, diretto da Fabio Germani, hanno condotto ad un altro importante arresto, con sequestro di un ingente quantitativo di droga, in via delle Alpi Apuane, dove P.C. romano 35enne è stato trovato in possesso, all’interno della sua cantina, di  1,300 Kg. di cocaina, suddivisa in 825 involucri di diversa pesatura, pronti per lo smercio. A casa i poliziotti hanno trovato 2100 euro, in banconote da 50 e un quaderno contenente i conteggi dell’attività illecita.

Gli agenti del commissariato di Tivoli, diretto da Paola Di Corpo hanno arrestato M.F. romano di 33 anni. Un’intensa attività info-investigativa caratterizzata da specifici servizi di osservazione ed appostamenti, sfociata successivamente in perquisizioni e sequestri, ha permesso di rinvenire, occultati in un box di un complesso residenziale, 4 Kg. e 85 gr tra hashish e cocaina oltre a materiale per il taglio ed il confezionamento, quali forbici, coltelli, buste per il sottovuoto, nastri e ben 6 bilancine elettroniche di precisione.

All’interno dello stesso box, inoltre, sono state rinvenute alcune parti di una city-car per le quali si stanno eseguendo specifici accertamenti per risalire alla provenienza della stessa. M.F., al termine delle indagini è stato arrestato per detenzione e spaccio di sostanza stupefacente e denunciato in stato di libertà per ricettazione.

L’estremo grado di purezza dello stupefacente sequestrato, dal quale sarebbe stato possibile ricavare quasi 42mila dosi, avrebbe permesso di ricavare una somma di 100 mila Euro.

Gli agenti del commissariato Viminale, diretto da Mauro Baroni, invece, hanno arrestato S. G. romano di 52 anni poiché colto nella flagranza del reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente. L’uomo è stato visto giungere presso il bar sito in via Mirandola dove è stato circondato da diversi giovani, sottoposto a controllo è stato trovato in possesso di 2,7 grammi lordi di hashish, mentre a seguito di perquisizione domiciliare è stato trovato in possesso di 129,5 grammi di hashish, un bilancino di precisione, un coltello, un taglierino e 17.220,00 euro in contanti. Il Sostituto Procuratore della Repubblica presso il Tribunale di Roma ha disposto che l’uomo fosse associato presso la propria abitazione in attesa della udienza di convalida.

Gli agenti del VI distretto Casilino, diretto da Michele Peloso, nel transitare su via dell’Archeologia, nota piazza di spaccio conosciuta come “le palme”, hanno arrestato F. A. romano di 24 anni e A. V. romano di 19 anni responsabili in concorso del reato di detenzione ai fini di spaccio, in quanto trovati in possesso di 18,95 grammi di cocaina e 170 euro in contanti. I due uomini sono stati condotti presso le camere di sicurezza della locale Questura.

Gli agenti del IV Distretto San Basilio e del commissariato Esquilino hanno arrestato Z. M. romano 63enne per detenzione ai fini di spaccio. Dopo esser venuti a conoscenza che presso l’abitazione dell’uomo veniva custodita sostanza stupefacente, hanno  predisposto un servizio dedicato di Polizia Giudiziaria, unitamente al personale della Sezione Cinofili Antidroga, volto ad accertare quanto appreso. La perquisizione domiciliare ha permesso di rinvenire 424 grammi di cocaina, 43 grammi di hashish, un foglio manoscritto riportante conteggi riconducibili all’attività delittuosa, una macchinetta sigilla sacchetti, 6 bilancini di precisione e all’interno di un pozzetto congelatore 479 grammi di hashish e 2 macchinette elettriche per il sottovuoto.

A Trastevere, in strada, i poliziotti del commissariato di zona, diretto da Manuela Rubinacci, hanno fermato W.G. cittadino di origine cinese di 44 anni, con indosso dello “Shaboo”. Dopo gli accertamenti del caso i poliziotti hanno recuperato 30 grammi suddivisi in 3 involucri da 10. L’uomo è stato arrestato per detenzione ai fini di spaccio di stupefacenti.

x