« Torna indietro

Lavori torrente Samoggia

Difesa del suolo. In corso i lavori di allargamento e rialzo di due chilometri e mezzo di argini sul torrente Samoggia, nel tratto tra Sala Bolognese e San Giovanni in Persiceto (Bo), verso il completamento della messa in sicurezza.

Difesa del suolo. In corso i lavori di allargamento e rialzo di due chilometri e mezzo di argini sul torrente Samoggia, nel tratto tra Sala Bolognese e San Giovanni in Persiceto (Bo), verso il completamento della messa in sicurezza.

Un nuovo passo avanti per ultimare le opere di messa in sicurezza degli argini del torrente Samoggia. Sono ripresi nei giorni scorsi i lavori per l’allargamento e il rialzo di due chilometri e mezzo di difese spondali nel tratto a monte del ponte di via Lorenzatico, tra i comuni di Sala Bolognese e San Giovanni in Persiceto, nella provincia di Bologna.

“Questa tranche di interventi rappresenta l’ultimo step del progetto complessivo di ripristino e livellamento delle arginaturedel corso d’acqua, nel tratto interessato dall’abbassamento graduale delle sponde- commenta Irene Priolo, assessore regionale alla Difesa del suolo e alla protezione civile -. Si tratta di un maxi-cantiere finanziato dalla Regione con un totale di 4 milioni e 100 mila euro e realizzato per fasi successive a partire dal 2017, programmando periodiche interruzioni nei periodi invernali. Ad oggi le attività sono in pieno svolgimento- conclude Priolo– ed entro l’autunno si arriverà alla conclusione dei lavori”.

Le opere sono concentrate sull’argine sinistro del Samoggia. Si stanno realizzando le operazioni di movimentazione e trasporto della terra, che viene prelevata dalle banche interne all’alveo e riportata sulla sommità arginale. Allo stesso tempo si lavora all’ampliamento e al rinforzo delle difese spondali per garantire una più ampia portata in caso di piena e aumentare così la sicurezza dell’intero territorio.

Le opere in corso

Il cantiere sull’argine sinistro del Samoggia vede all’opera quattro escavatori, coadiuvati da tre autocarri per il trasporto, due ruspe per lo spandimento e due rulli vibranti per la compattazione che lavorano a pieno regime. Si stanno occupando della movimentazione di terra al ritmo di circa 2.500 metri cubi al giorno.
Contemporaneamente sono in corso le opere per allargare e alzare le arginature, oltre a rafforzarle con copertura di pietrame.
Gli interventi, iniziati nella primavera del 2017, hanno reso necessario lo spostamento di infrastrutture di Enel e Telecom e hanno riguardato nel tempo l’allargamento della base dei due argini del torrente, operazioni di sovralzo dell’argine destro e il completamento di due nuove strade esterne al piede delle difese spondali./red

Tutte le informazioni sui lavori in corso in Emilia-Romagna per la sicurezza del territorio sul sito: https://www.regione.emilia-romagna.it/territoriosicuro

x