« Torna indietro

Firmata l’intesa operativa per la sicurezza della movida

Al via il progetto #DivertiAMOci: è stata firmata l’intesa operativa tra il Comune di Piombino, il Commissariato di Piombino, Confesercenti e Confcommercio, alla presenza del Questore Dott. Roberto Massucci, per la gestione in sicurezza della movida in città. Gli obiettivi del progetto sono l’individuazione e la condivisione delle migliori pratiche per una gestione responsabile e consapevole attraverso l’inclusione dei soggetti interessati e la valorizzazione delle buone pratiche della prevenzione.

“Questo protocollo sigla una collaborazione virtuosa tra i diversi soggetti cittadini – dichiara il sindaco Francesco Ferrari – e si affianca al progetto di vigilanza della movida avviato dal Comune. L’obiettivo è lo stesso: garantire la sicurezza di fruitori e gestori di locali notturni, in particolare nelle aree più frequentate in orario serale e notturno. Grazie a questo progetto possiamo integrare diversi strumenti per creare una rete a tutela di tutti: dopo i mesi difficili che abbiamo attraversato, è importante che i cittadini e gli esercizi possano godere di questo momento di ritorno, seppur parziale, alla normalità ma è indispensabile che sia fatto in sicurezza, sia per quanto riguarda il rischio di contagio che per la tutela di persone e luoghi”.

L’intesa operativa ha validità nelle aree del centro storico e, più in generale, in quelle interessate da consistenti flussi turistici e aggregazioni di persone per tutta la durata del periodo estivo.
Il progetto, approvato in Comitato Provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica presieduto dal Prefetto, prevede la collaborazione tra i soggetti firmatari secondo le modalità previste in specifiche ordinanze del Questore: sarà individuato un coordinatore e si terranno riunioni settimanali al fine di attivare nuovi strumenti e monitorare quelli già attivi, oltre al ricorso a sanzioni qualora fossero violate le norme di comportamento.

“La gestione responsabile della movida notturna è un obiettivo di tutti – dichiarano Marco Torchioni, presidente Confcommercio, e Vincenzo Cananzi, presidente Confesercenti –. Col Questore, promotore dell’iniziativa, ed il Comune, ci faremo portavoce per la corretta attuazione delle norme anti covid. Grazie a questo protocollo, il servizio di controllo utilizzato dagli esercizi in ottemperanza alla normativa vigente per gli intrattenimenti svolti e il servizio di vigilanza attivato dal Comune creeranno una rete che, tramite il coordinatore che sarà individuato, si rapporterà con le Forze dell’Ordine: in questo modo potremo attivare un sistema di vigilanza che garantisca la sicurezza di tutti, fruitori e gestori dei locali, coniugandone le esigenze”.

x