« Torna indietro

Sezze, sfiorata la tragedia nella notte a causa dell’incendio a Monte Trevi

“Questo incendio è da considerarsi fra i più pericolosi che hanno interessato Sezze negli ultimi anni”.

Queste le parole, che non lasciano adito a dubbi, utilizzate dalla Protezione Civile Latina Sezze per descrivere quanto accaduto ieri a Monte Trevi.

“Il fuoco – si legge sulla pagina ufficiale dell’associazione – è arrivato fino al limitare del quartiere densamente popolato generando notevole preoccupazione tra gli abitanti, molti dei quali hanno lasciato le proprie abitazioni.

Alle operazioni di spegnimento hanno partecipato gruppi di Protezione Civile di Sezze, Latina, Priverno, Sermoneta e Roccagorga coordinati dai VVF di Latina, intervenuti con diverse squadre e autobotti.

Sul posto anche i carabinieri e polizia locale.

L’intervento è iniziato nelle prime ore del pomeriggio e si è protratto per tutta la notte, fino al completamento delle operazioni di bonifica.

Il fuoco ha serpeggiato fra le case”.

Un situazione di pericolo che ha avuto conseguenze non solo sulla natura, ma anche sulle persone. C’è stato bisogno, infatti, dell’intervento dei sanitari del 118 per soccorrere Gianluca Calvano, deus ex machina della protezione civile di Sezze, che durante le operazioni di spegnimento dell’incendio ha avuto un malore, dovuto probabilmente alla stanchezza e al troppo fumo respirato.

Nessuna conseguenza per Calvano, grazie al pronto intervento degli operatori del 118 di Priverno.

x