« Torna indietro

binary comment

Elezioni comunali a Torino: ecco chi sono i candidati

Si voterà il 3 e il 4 ottobre per eleggere il nuovo sindaco di Torino (l’eventuale ballottaggio è previsto per il 17 e il 18 ottobre). Tredici i candidati (sostenuti da 30 liste) a prendere il posto attualmente ricoperto da Chiara Appendino.

Nel sondaggio (condotto tra il 6 e l’11 settembre) realizzato da Nando Pagnoncelli e pubblicato il 14 settembre sul Corriere della Sera, sarebbe in vantaggio il candidato del centrodestra Paolo Damilano (42%). Dietro di lui, distaccato di poco, il candidato del centrosinistra Stefano Lo Russo (39% delle preferenze). Gli altri nomi Valentina Sganga (MoVimento 5 Stelle ed Europa Verde) e Angelo d’Orsi (candidato per le sinistre) sono poi distaccati di parecchio: la prima sarebbe al 9,5%, mentre il secondo al 3%. Gli altri 9 candidati, insieme, colmano il restante 6,5%.

Se questi numeri venissero confermati, la sfida vera sarà al ballottaggio, con possibili alleanze tra centrosinistra e pentastellati che potrebbero ribaltare la situazione.

Ma vediamo in dettaglio chi sono i principali candidati.

Centrosinistra: Stefano Lo Russo

Stefano Lo Russo, 45 anni, è nato e cresciuto a Torino. Docente di Geologia al Politecnico, ha alle spalle l’impegno nel volontariato, con l’operazione Mato Grosso in America Latina.

Entrato nel 2006 in Consiglio comunale con l’Ulivo, poi di nuovo nel 2011 col Pd e a metà mandato viene nominato assessore all’Urbanistica della Giunta Fassino. Al suo terzo mandato in Sala Rossa, dopo la rielezione nel 2016, guida l’opposizione come capogruppo Dem.

Ora si presenta come candidato del centrosinistra, con il sostegno di Pd, Moderati, Sinistra Ecologista, Articolo 1, Lista Civica per Lo Russo, Torino Domani.

Centrodestra: Paolo Damilano

Paolo Damilano, 52 anni, è nato e cresciuto in Piemonte. Imprenditore del vino, delle acque minerali e del food, ha iniziato nell’azienda di famiglia (la Cantina di Barolo), partendo dal basso, per poi prenderne le redini insieme alla famiglia. Presidente per due anni del Museo Nazionale del Cinema di Torino, ha guidato la Film Commission Torino Piemonte.

Questa candidatura è la sua prima esperienza nel mondo della politica, per la quale ha lasciato tutti gli altri incarichi.

Candidato del centrodestra, è sostenuto dalla lista civica Torino Bellissima, Lega, Forza Italia, Fratelli d’Italia, Popolo della Famiglia, Progresso Torino, Sì Tav Sì Lavoro.

M5S: Valentina Sganga 

Valentina Sganga, 35 anni, nata a Torino, ha ottenuto una laurea magistrale con lode in Scienze del Governo e dell’Amministrazione. Dopo i primi lavori come consulente e segretaria amministrativa, si avvicina alla politica nel 2010, con la raccolta delle firme per il Referendum sull’acqua pubblica.

Entra in Consiglio comunale nel 2016 nella lista del Movimento 5 Stelle e dal 2018 è la capogruppo della maggioranza in Sala Rossa.

E’ la candidata del Movimento 5 Stelle e di Europa Verde Torino.

Sinistre: Angelo D’Orsi 

Angelo D’Orsi, 74 anni, nato a Pontecagnano Faiano (Salerno), da giovanissimo emigra con la famiglia a Torino, dove si laurea in Filosofia del Diritto con Norberto Bobbio.

Storico, docente, intellettuale e giornalista, è stato professore ordinario di Storia delle dottrine politiche. Fa parte di diversi comitati scientifici di riviste e ha fondato collane editoriali e alcune riviste.

Candidato della coalizione delle sinistre, alla sua prima esperienza, è sostenuto da Potere al Popolo!, Partito Comunista Italiano e Sinistra in Comune, che raggruppa Rifondazione Comunista, Sinistra Anticapitalista, DemA e Torino Ecosolidale.

Leggi anche: COVID, PIEMONTE RESTA ZONA BIANCA: CALANO FOCOLAI NUOVI CASI

x