« Torna indietro

Ragusa: il clochard del cavalcavia di viale Colajanni avrà una sistemazione dignitosa dove vivere. Grazie alla delicatezza e alla discrezione del Comune e dei Servizi Sociali

Una bella storia di solidarietà arriva da Ragusa: i cittadini notano un clochard in difficoltà, lo segnalano ai servizi sociali e al Comune, il primo cittadino prende a cuore il problema e si attiva per occuparsi del caso. Alla fine si riesce a raggiungere il risultato sperato: aiutare una persona in difficoltà, rispettando i suoi spazi e i suoi tempi. Con delicatezza e discrezione.

“Tanti cittadini – scrive il primo cittadino – mi hanno scritto a proposito della persona che per alcune settimane ha vissuto sotto al cavalcavia di via N. Colajanni. Parlo al passato perché da qualche giorno il signore ha accettato di essere trasferito in un alloggio più confortevole e dignitoso. In queste settimane Polizia Municipale e i nostri Servizi sociali hanno effettuato numerosi sopralluoghi per accudire i bisogni di questa persona e convincerla ad accettare una soluzione idonea. La proposta, però, veniva sempre rifiutata perché l’uomo non voleva allontanarsi dalla sua auto; un mezzo in avaria ma in cui conservava effetti personali a cui era legato: anche sotto questo aspetto l’uomo ha accettato una soluzione congrua. Nei prossimi giorni si procederà quindi a bonificare l’area dove il signore ha vissuto. Abbiamo sempre voluto mantenere il massimo riserbo sulla questione nell’interesse unico di tutelare una persona in difficoltà. Solo ora ritengo opportuno darne notizia per ringraziare i nostri operatori sociali a fronte del lungo e non semplice lavoro svolto, e per tranquillizzare i numerosi cittadini che, preoccupati, continuano a scrivermi a riguardo. Questo episodio conferma ancora una volta come Ragusa sia una città solidale, che non cede all’indifferenza.”

x