« Torna indietro

Mestre, week-end dedicato interamente alla Protezione civile

 11.10.2021 –  Un week-end, quello di sabato 16 e domenica 17 ottobre, interamente dedicato alla Protezione civile. Due giornate, in piazza Ferretto a Mestre, che saranno l’occasione non solo per ringraziare i volontari e le associazioni che hanno operato in questi mesi sia per fronteggiare la situazione di emergenza creatasi con la pandemia che le calamità naturali, ma anche per conoscere quali sono i comportamenti che ognuno di noi deve adottare in caso di eventi atmosferici eccezionali.

    L’iniziativa, che concluderà idealmente la “Settimana della Protezione civile”, apertasi oggi, è stata presentata questa mattina, al Municipio di Mestre, con una conferenza stampa presieduta dal vicesindaco e assessore alla Protezione civile, Andrea Tomaello, a cui hanno preso parte anche i responsabili della Protezione civile comunale.

    “E’ un appuntamento – ha sottolineato il vicesindaco – ormai tradizionale, ma che quest’anno assume un significato ancora maggiore. La nostra Protezione civile, dallo scoppio della pandemia, ovvero dal febbraio dello scorso anno, è stata in prima linea per le attività di emergenza che le sono state assegnate: i nostri 200 volontari, hanno svolto un’opera eccezionale, con quasi 45.000 ore di servizio complessivo svolte, sacrificando la famiglia ed il lavoro.

    Hanno garantito il trasporto e la consegna di mascherine e medicinali e l’apertura dei mercati all’aperto, svolto attività di logistica, e permesso, con la loro costante presenza, l’apertura ed il funzionamento dei Centri vaccinali, tra cui quello dell’Expo, il più grande del Veneto. In questo anche supportati meravigliosamente da 24 gruppi e associazioni, non solo del nostro Comune, ma che sono arrivati anche da fuori: anche ad essi va il nostro ringraziamento.”

    Si comincerà sabato, dalle ore 10 alle 18, con la manifestazione “si AMO la Protezione civile”, che vuole essere un’occasione per diffondere la cultura di protezione civile, con l’illustrazione alla cittadinanza delle diverse attività in cui sono specializzati i volontari e le loro organizzazioni di appartenenza, attraverso anche l’allestimento di punti informativi e momenti dimostrativi dei mezzi utilizzati nei diversi scenari d’intervento. Alle ora 17 è inoltre previsto un momento ufficiale di ringraziamento di tutte le organizzazioni di volontariato di Protezione civile, che hanno operato in questi mesi nel territorio comunale.

     Domenica è invece in programma, sempre in piazza Ferretto, tra le ore 10 e le 18, “Io non rischio”, la tradizionale manifestazione, giunta alla sua undicesima edizione, collegata alla campagna nazionale per le buone pratiche di protezione civile. I volontari, affiancati da tecnici esperti, incontreranno i cittadini per spiegare quali comportamenti virtuosi adottare nel caso di eventi naturali calamitosi. Eventi, è stato spiegato questa mattina dai responsabili della Protezione civile comunale, che sono purtroppo possibili anche nel nostro territorio, si tratti di alluvioni, terremoti o maremoti, come conferma “La linea del tempo”, una sorta di “termometro” che sarà presentato domenica alla cittadinanza, in cui vengono ricordati gli eventi disastrosi che hanno colpito Venezia e la Terraferma nel corso degli anni.

x