« Torna indietro

Al via “3 minuti per la Pace”

In occasione della giornata che la Chiesa celebra il primo gennaio di ogni anno prende il via “3 minuti per la Pace”, video letture e commenti sul messaggio di papa Francesco per la Pace diffuso.

In occasione della giornata che la Chiesa celebra il primo gennaio di ogni anno prende il via “3 minuti per la Pace”, video letture e commenti sul messaggio di papa Francesco per la Pace diffuso.

Una iniziativa dell’ufficio diocesano di Pastorale sociale e del Lavoro.

YouTube video

“Ogni paragrafo del testo del Papa sarà affidato a testimoni della vita sociale, e associativa del territorio – spiega don Paolo Magoga, ideatore e coordinatore del progetto – ogni giorno del mese vedrà la lettura e il commento sottoforma di video”. Oggi primo gennaio ha aperto il Vescovo Michele Tomasi e il 31 chiuderà Carlo Petrini gastronomo, sociologo, scrittore e attivista italiano, nonché fondatore dell’associazione Slow Food. I video vengono pubblicati nel sito della diocesi e quindi condivisi sui vari social network.

«Il nostro desiderio – continua don Magoga – è di diffondere il più possibile in una forma moderna e accattivante, il messaggio di papa Francesco. “Tutto è in relazione, ci dice il Papa, e la cura autentica della nostra stessa vita e delle nostre relazioni con la natura è inseparabile dalla fraternità, dalla giustizia e dalla fedeltà nei confronti degli altri. Mai come in questo momento abbiamo bisogno di relazioni autentiche, di aiuto reciproco. In questo modo intendiamo anche continuare il percorso che quest’anno ci ha visti protagonisti nelle riflessioni sulla “Laudato Si , l’enciclica dove il Papa ha puntato l’attenzione alle dimensioni dell’ecologia integrale, ambientale, economica, sociale, umana, e politica. Spetta ad ognuno di noi contribuire a migliorare, con i nostri comportamenti quotidiani, la società in cui viviamo. Le nostre comunità parrocchiali fanno già molto, ma possono fare ancora di più per aiutare chi ha bisogno. Non c’è più tempo da perdere. Sono convinto – conclude don Magoga – che con un atteggiamento positivo e propositivo riusciremo veramente a dare una risposta a chi dice che oggi non c’è più voglia di impegno. Le nostre realtà come le Caritas con le centinaia di volontari che danno una mano, lo stanno a dimostrare ogni giorno”.

x