« Torna indietro

Assicurazione auto, cosa si rischia a non comunicare il cambio di residenza?

Pubblicato il 8 Maggio, 2022

Quando si cambia residenza il guidatore è tenuto a renderlo noto su tutti i documenti che servono per circolare con il proprio veicolo.

In primis, dunque, va modificato sul documento unico di circolazione, il libretto, poi anche patente e polizza assicurativa.

Quest’ultimo adempimento è più che mai fondamentale, perché dalla residenza dipende il calcolo del premio finale.

Non in tutte le zone d’Italia si applicano le stesse tariffe per la RC auto. Il costo medio della polizza, di fatto, dipende dal livello di rischiosità di un determinato territorio.

Ciò che incide sul prezzo più alto o più basso di una specifica zona dipende dal numero di incidenti che si verificano ogni anno e, di conseguenza, dal rischio di sinistri.

Per questa ragione, nelle aree dove si registra un numero di sinistri più elevato, anche il prezzo dell’assicurazione è in media più alto.

Il cambio di residenza, dunque, è un elemento cruciale da cui la compagnia parte per il calcolo del preventivo, se non si comunica tempestivamente questa variazione, il guidatore si espone al rischio di non ricevere risarcimento, in caso di incidente, o riceverne uno più basso.

Il lettore, a questo punto, potrebbe chiedersi quale procedura seguire in questi casi.

Molto semplicemente bisogna inviare una comunicazione scritta alla compagnia di riferimento, a mezzo PEC o Raccomandata, in cui specificare la nuova residenza.

Sulla base di questa segnalazione, l’assicurazione provvederà a riformulare il prezzo e provvedere al rimborso, in caso di minor rischio legato al territorio di nuova residenza o, a richiedere la differenza, in caso contrario.

In ognuna di queste circostanze, generalmente, sarà compagnia stessa a indirizzare il contraente tramite il proprio servizio di assistenza clienti.

Un po’ come fa Genertel, storico player attivo del comparto dell’assicurazione online, molto attento alle esigenze dei clienti e con un servizio di assistenza presente e disponibile h24.

Si tratta di una peculiarità tipica delle direct company, che offrono i propri servizi sfruttando i canali digitali e permettendo ai clienti di formulare preventivi e attivare polizze, comodamente da casa, attraverso il sito web.

La maggiore affidabilità di una compagnia con grande esperienza nelle relazioni dirette con i clienti, senza intermediazione, offre la possibilità di ricevere l’assistenza necessaria anche fuori dagli orari d’ufficio, quando fa più comodo.

Contattandoli, anche prima di attivare una polizza, certamente riferiranno che il cambio di residenza potrebbe avere delle conseguenze anche sulla classe di merito attribuita a tutti coloro che hanno usufruito della polizza familiare, secondo quanto previsto dalla legge Bersani.

Se a questo cambio da una residenza all’altra, seguisse un ritorno alla sede originaria nel giro di poco tempo, allora potrebbe venir meno il requisito di convivenza continuativa con il familiare da cui si è ereditata la migliore classe di merito, perdendone il diritto.

x