« Torna indietro

Botti di Capodanno: i numeri più alti in Lombardia, segue Emilia, Lazio e Campania. I fatti più gravi. Ecco dove!

Tutto sommato un bollettino di Capodanno non drammatico, tuttavia i nove feriti di Napoli, il ferito di Taranto e i 558 interventi dei Vigili del fuoco in tutta Italia riconducibili ai festeggiamenti di inizio anno, indicano che per qualcuno il 2022 non è iniziato poi così bene.

A Taranto, nel quartiere Tamburi, un uomo di 40 anni ha subito lesioni gravissime alla mano destra per l’esplosione di un petardo non a norma. Recatosi all’ospedale cittadino Santissima Annunziata, è stato trasferito in codice rosso al Policlinico di Bari per ricostruirgli la mano.


Ad Ascoli Piceno un ragazzo è rimasto ferito in piazza di Roccafluvione mentre festeggiava con alcuni amici.


A Napoli tra fuochi d’artificio e colpi d’arma da fuoco, il bilancio è di nove feriti di cui tre gravi. Quattro le persone ferite in città.


Il più grave di tutti è un uomo di 40 anni dello Sri Lanka, colpito da un proiettile al petto, l’uomo è stato ricoverato all’ospedale Vecchio Pellegrini. L’uomo, residente nel quartiere Montecalvario, ha riferito di avere udito lo sparo e quindi il bruciore al petto che lo ha accasciato.


Al Cardarelli di Napoli è stata ricoverata una donna di 53 anni con ferite agli occhi, mentre a Carbonara di Nola, in provincia di Napoli, il terzo dei feriti gravi ha perso un occhio.


In totale in Campania sono 14 i feriti, un numero in netto calo rispetto allo scorso anno.

In Italia sono stati 558 gli interventi dei vigili del fuoco stanotte per incendi legati ai festeggiamenti di Capodanno. Quasi il doppio rispetto allo scorso anno, quando furono 229. Numero maggiore in Lombardia 72, Emilia Romagna 68, Lazio 66, Campania 60. 1 gennaio alle 7:30

x