« Torna indietro

Da Chiavari a Sestri Ponente, lotta allo spaccio, 2 arresti

Chiavari e Sestri Ponente, ieri

La Polizia di Stato di Genova ha arrestato, in due distinte operazioni, un senegalese di 33 anni ed un marocchino di 45 anni entrambi per spaccio di sostanze stupefacenti.

Chiavari, ore 10.00

Gli agenti del Commissariato di Chiavari ieri mattina hanno arrestato un senegalese 33enne, a conclusione di un’indagine su un’attività di spaccio nella zona limitrofa alle Stazioni Ferroviarie di Lavagna e Cavi ad opera di soggetti di origine senegalese.

In particolare i poliziotti, ben appostati, hanno visto il 33enne arrivare alla Stazione di Cavi con un treno proveniente da Genova per poi vederlo scendere nel sottopasso seguito da numerosi soggetti conosciuti come tossicodipendenti.

A quel punto gli operatori lo hanno ulteriormente monitorato “pizzicandolo” smerciare ai vari acquirenti circa una dozzina di dosi confezionate in palline di differenti colori ricevendo in cambio banconote di vario taglio che lo stesso metteva di volta in volta nel suo zainetto.

Gli uomini del Commissariato di Chiavari hanno, quindi, bloccato il pusher trovandolo in possesso della somma di euro 465 suddivisa in banconote di piccolo taglio e di un telefonino che non smetteva mai di ricevere messaggi con richieste di appuntamenti. Subito dopo hanno fermato alcuni acquirenti i quali, hanno ammesso di aver comprato la dose e di averla anche già consumata, perciò sono stati sanzionati come assuntori di droghe.

Per il 33enne si sono aperte le porte del carcere di Marassi.

Sestri Ponente, ore 10.00

A Ponente sono stati gli uomini del Commissariato di Sestri, durante un servizio di appostamento finalizzato alla lotta allo spaccio, a sorprendere il 45enne marocchino cedere una dose di cocaina, del peso di circa 0.60 gr, ad un genovese in cambio di 50 euro.

Il pusher, vistosi scoperto, è riuscito a disfarsi di un sacchettino lanciandolo nel greto di un ruscello rendendo così vano ogni tentativo degli agenti di recuperarlo.

Il 45enne, trovato in possesso della somma di euro 235 di vario taglio, sarà processato per direttissima nella mattinata odierna mentre il genovese è stato sanzionato come consumatore.

x