« Torna indietro

Napoli decoro urano

Decoro urbano, parte il confronto in Commissione

Pubblicato il 4 Settembre, 2020

Nelle prossime settimane, assicura il presidente Vernetti, la commissione si occuperà delle questioni connesse al tema del decoro, incontrando anche Asìa sulle attività di diserbamento delle strade. 

Sul decoro urbano, connesso intimamente alla gestione del verde, ha detto l’assessore Felaco, si scontano grandi difficoltà a causa della mancanza di personale. Con “quota 100” e i normali pensionamenti, si è infatti ridotto vertiginosamente il numero dei giardinieri comunali. Ottimale sarebbe avviare nuove assunzioni; cosa non possibile, per ora, per la situazione finanziaria del Comune, per cui l’amministrazione sta cercando di reperire risorse, almeno per centomila euro, per appaltare a privati una serie di interventi e, così, sostenere le Municipalità, tra l’altro, nella gestione del verde nelle scuole.

Già oggi è in corso un programma di affiancamento alle Municipalità che vede impegnata, accanto ai giardinieri municipali, una task force centrale, con un proprio Hub a Soccavo e la Napoli Servizi, alla quale è affidata la manutenzione del verde di oltre cento plessi scolastici. Per migliorare il decoro urbano, un’altra misura che va ripresa è quella del regolamento “Adotta un’aiuola” che negli anni scorsi ha avuto un discreto successo e che, a causa della pandemia e delle conseguenti difficoltà economiche degli operatori commerciali, ha subito un forte rallentamento. Infine, è stata data indicazione alla Napoli Servizi, che è competente anche per l’acquisto di arredi urbani, di implementare il numero delle panchine, delle fioriere in ghisa e delle rastrelliere verticali per la sosta delle biciclette.

In commissione Welfare, Cinzia D’Oriano, vicesegretario generale, ha illustrato il protocollo di sicurezza approvato dal Ministero della Salute e dal Ministero dell’Interno e trasmesso a tutte le Prefetture. Alle domande dei consiglieri Marta Matano (Movimento 5 Stelle), Vincenzo Moretto (Lega Salvini Napoli) e Andrea Santoro (Misto – Fratelli d’ Italia), D’Oriano ha specificato che verranno fornite dal Ministero le mascherine e il gel igienizzante, che ogni sede elettorale verrà fornita di gel all’ingresso e che verranno effettuate pulizie periodiche delle aree utilizzate come sedi dei seggi.

Verranno inoltre istituiti seggi speciali non solo negli ospedali ma anche nei reparti Covid, dove verrà impiegato  il personale Uscar dell’Asl. C’è massima attenzione, ha concluso, per garantire il distanziamento nei seggi anche attraverso un’apposita segnaletica, e si provvederà a impiegare altri dipendenti comunali, oltre ai delegati del Sindaco, per regolare i flussi degli elettori. Eccezionalmente, in queste elezioni i cittadini inseriranno la scheda direttamente nell’urna, mentre gli scrutatori dovranno impiegare i guanti per lo spoglio finale. Per il riconoscimento al seggio, potranno essere esibiti documenti di identità scaduti. Dal 14 settembre le Municipalità saranno aperte anche nelle ore pomeridiane per il rilascio dei certificati elettorali.

Skip to content