« Torna indietro

Granarolo: una storia a lieto fine

Granarolo: una storia a lieto fine.Armaroli Gino, 83enne italiano, impossibilitato a spostarsi, ha telefonato ai carabinieri per affidarsi all’Arma nelle procedure di prenotazione a favore della moglie.

Pubblicato il 24 Aprile, 2021

Granarolo: una storia a lieto fine.

Appresa la notizia dalla stampa, che i Carabinieri della Legione Emilia Romagna avrebbero garantito il supporto nella vaccinazione anti Covid-19 alla popolazione over 70, Armaroli Gino, 83enne italiano, impossibilitato a spostarsi, ha telefonato ai Carabinieri della Stazione di Granarolo Emilia (BO) per affidarsi all’Arma nelle procedure di prenotazione a favore della moglie, Wingkvist Rose Solveig Anita, 74enne svedese.

Giunti a casa dei due coniugi, i militari hanno assistito la donna nella compilazione dei moduli, prenotandole la vaccinazione con l’Azienda Sanitaria Locale Emilia-Romagna.

L’iniziativa rilanciata dalla stampa attraverso il comunicato di ieri mattina, è stata particolarmente gradita dai due coniugi che si sono fatti una foto ricordo in compagnia dei due Carabinieri.

About Post Author

Skip to content