« Torna indietro

guerra

Guerra in Ucraina, affondano le Borse europee. I titoli che hanno perso di più

Pubblicato il 4 Marzo, 2022

Gli effetti della guerra in Ucraina si fanno sentire, pesantemente, sulle Borse europee. L’ottavo giorno del conflitto certifica l’allarmante crisi finanziaria provocata dagli effetti degli attacchi russi e delle sanzioni.

La peggiore Borsa è quella di Milano che ha vissuto una giornata nerissima, con il Ftse Mib che crolla del 6,24% a 22.464 punti, sui minimi da febbraio 2021.

Il listino tricolore ha pagato drammaticamente le paure accese dall’escalation della guerra tra Russia e Ucraina, dopo gli scontri registrati in nottata presso la centrale nucleare di Zaporizhzhia.

La nuova debacle di Tim, che ha ceduto un altro 15,56% dopo il -14,99% di ieri, e il tonfo del comparto bancario, con Unicredit a guidare il capitombolo con un -14,6%, spiegano la maglia nera tra le piazze del vecchio continente. Dall’inizio del conflitto tra Kiev e Mosca, Piazza Affari ha ceduto il 13%, la tosatura da inizio anno tocca invece il 20%.

A Francoforte il Dax cede il 4,41% a 13.097 punti, a Londra l’Ftse 100 arretra del 3,59% a 6.978 punti, a 
Parigi il Cac arretra del 4,97% a 6.061 punti.

x