« Torna indietro

Inter: Inzaghi, ‘Scudetto? Per ora ho in mente la Champions’

Era una partita chiave, ne abbiamo un’altra tra tre giorni ma è giusto pensarci tra qualche ora perché abbiamo battuto meritatamente una squadra fortissima – ha commentato Simone Inzaghi al termine del match vinto con il Napoli -. Abbiamo subito due gol in uscita e con otto minuti di recupero abbiamo saputo soffrire, ci può stare con una grande squadra come il Napoli”. Sul rigorista: “In mattinata, prima della partita, hanno provato a calciare Lautaro, Calhanoglu e Perisic, segnando tutti i penalty, ma Hakan è in un grande momento di forma e ha dimostrato ancora una volta che è un giocatore di carattere e personalità, perché era un rigore pesantissimo vista la situazione di svantaggio. Senza l’ammonizione non l’avrei mai tolto”

Il tecnico nerazzurro svela poi il piano che ha permesso ai nerazzurri di indirizzare la partita sui giusti binari: “Il Napoli è primo per possesso palla in Serie A quindi sapevamo di dover avere coraggio e tenere di più il pallone, solo così avremmo potuto portare a casa i tre punti ed è andata come volevamo. Dobbiamo andare avanti su questa squadra, c’è un percorso importante da fare, in campionato ma anche in Champions League, perché i nostri tifosi meritano di ritrovare la gioia della qualificazione dopo tempo. Mercoledì abbiamo una grande occasione, è un momento particolare perché abbiamo qualche problema con gli infortuni ma è così per tutti in questa fase”.

Infine, sul ritorno al gol di Lautaro Martinez: “Non sono mai stato preoccupato, perché continuava a crearsi le occasioni e io, da ex attaccante, so bene che capitano momenti così in cui la palla non vuole entrare. Ha segnato un grandissimo gol, ma è sempre stato sereno, è un giocatore di personalità che ama l’Inter e ama la maglia. Sono soddisfatto dei nostri attaccanti”

x