« Torna indietro

carabinieri

Maltrattamenti in famiglia. Minacce di morte a papà invalido e sorelle, arrestato 47enne

Pubblicato il 28 Febbraio, 2022

Dopo gli episodi dei giorni e delle settimane scorse, ancora una vicenda inquietante e raggelante di maltrattamenti in famiglia. Era uscito dal carcere da quasi un anno ed era stato ospitato in casa dal padre e dalle due sorelle che, in questo modo, speravano di riportarlo per la retta via. Questa convivenza, purtroppo, per loro è diventata un incubo. L’uomo, infatti, ha ripetutamente minacciato di morte e maltrattato i suoi stessi famigliari/conviventi fino a sabato pomeriggio quando, al culmine dell’ennesimo litigio, è intervenuta la Polizia a bloccarlo ed arrestarlo. La vicenda ha visto come protagonista/carnefice un 47enne di Lecce, A.F., con gli Agenti della Polizia di Lecce che sono intervenuti presso la villetta di San Cataldo, marina di Lecce, nel tardo pomeriggio di sabato per bloccarlo prima che l’uomo scagliasse un posacenere in vetro contro una delle sorelle, durante l’accesa lite in famiglia proseguita anche alla presenza dei poliziotti.

Maltrattamenti in famiglia, gli episodi che hanno portato all’arresto

Gli episodi di maltrattamenti in famiglia erano cominciati fin da subito, fin dai primi mesi in cui l’uomo è stato ospitato nella villetta bifamiliare da padre e sorelle. Il 47enne, infatti, ha cominciato fin da subito a pretendere denaro dai famigliari, inveendo nei loro confronti, spaventandoli e minacciandoli di morte. Un clima di terrore totale e ripetute aggressioni con episodi che sarebbero andati avanti per mesi nei confronti di padre e sorelle, nonostante queste ultime si preoccupassero anche della cura della casa e del vitto dell’uomo. Esasperato da tale situazione, l’anziano padre, affetto dalla patologia invalidante, aveva chiesto al figlio di trovarsi un’altra sistemazione e a quel punto il 47enne, in preda all’ira, ha cercato di colpirlo con una sedia. Allontanatosi da casa in un primo momento, il leccese sarebbe tornato nella villetta proprio mentre erano presenti gli agenti che stavano acquisendo tutti gli elementi utili per arrestarlo con l’accusa di maltrattamenti in famiglia. Il 47enne ha così fatto irruzione in casa pretendendo dal padre mille euro per andar via e ha cercato successivamente di lanciare un posacenere in vetro alla sorella. L’uomo è stato così arrestato per maltrattamenti in famiglia e ristretto nel carcere Borgo San Nicola di Lecce.