« Torna indietro

Massafra: Italia Viva denuncia il degrado della periferia

Pubblicato il 28 Febbraio, 2022

E’ urgente mettere in sicurezza via Muro. Sono passati quasi 3 mesi da quando parte del parapetto è stato sfondato da un automobile. Da allora, l’amministrazione comunale di Massafra non ha fatto nulla per il ripristino è la messa in sicurezza della zona.

Era l’11 dicembre, quando, causa pioggia, un veicolo sfondava il muro nella parte terminale di via Muro nelle vicinanze dell’incrocio con via dei Frantoi. L’impatto ha provocato la distruzione di parte del parapetto e la caduta dei tufi ha reso pericolante tutto il resto della struttura. In questi mesi non è stata piazzata neanche una transenna per delimitare la zona.

Il luogo dell’impatto, visto lo stato di abbandono, si è  trasformato in una discarca a cielo aperto. Una conseguenza della cosiddetta teoria delle “finestre rotte” tipica delle periferie più degradate. Non è la prima volta che siamo costretti a denunciare la precaria situazione di via Muro e i problemi di sicurezza nel Centro Storico. Nonostante questa emergenza, passano le settimane, i mesi gli anni e l’unica cosa che un cittadino può fare è rassegnarsi e convivere con il problema.

Il totale disinteresse dell’amministrazione Quarto ben si lega con la situazione di degrado che vive il centro storico. Solo qualche giorno fa è stato arrestato un cittadino marocchino senza permesso di soggiorno che si era introdotto in una casa, sempre nei pressi di via Muro.

Noi di Italia Viva ci facciamo portavoce della situazione di degrado ormai insostenibile. Chiediamo all’Amministrazione che la zona venga delimitata e messa in sicurezza ; che venga pulita e bonificata l’area dell’impatto e che si  proceda alla ricostruzione del muro-parapetto. Chiediamo risposte rapide ed efficaci, di non sottovalutare tutti i segnali di uno sbando pericoloso per il bene della comunità e della città.

x