« Torna indietro

medico

Medico picchiato in ospedale perché “Il tampone mi fa male”

Pubblicato il 23 Maggio, 2022

“Fermate questa ondata di violenza prima che altri colleghi incrocino le braccia, l’esodo è già iniziato e non ve ne siete accorti, resterete senza assistenza sanitaria”.

Manuel Ruggiero, presidente dell’associazione “Nessuno tocchi Ippocrate”.

Succede ieri, alle 18, nell’ospedale San Leonardo di Castellammare di Stabia.

“In pronto soccorso giunge un uomo vittima di un incidente stradale, da prassi gli viene fatto il tampone Covid ,ma lui incomincia a lamentarsi per il fastidio provocatogli dal tampone – rivela Ruggiero – In suo aiuto arrivano 3 energumeni della sua stessa stirpe e scatta l’aggressione. Gli uomini in poco tempo invadono il codice rosso del pronto soccorso e sferrano un ceffone in pieno volto al Dott. P. Che cade rovinosamente al suolo! Il collega medico si fa refertare e sporge regolare denuncia”.

Violenza a Castellammare di Stabia, nella provincia di Napoli, dove un medico è stato aggredito da tre uomini, parenti di un paziente. La denuncia arriva dall’associazione “Nessuno tocchi Ippocrate”.

Il medico ha avuto bisogno di essere medicato: si è fatto refertare e ha sporto regolare denuncia per l’aggressione subita.

Soltanto qualche giorno fa, la stessa associazione ha reso noto di un’aggressione avvenuta all’ospedale di Battipaglia, nella provincia di Salerno.

Lì un infermiere è stato aggredito dal marito di una paziente, che lo ha colpito con un oggetto contundente alla testa: l’infermiere ha subito un trauma cranico e per lui sono stati necessari dei punti di sutura.