« Torna indietro

Minacce da No vax: immunologa tarantina Antonella Viola finisce sotto scorta

Una lettera di minacce No vax contenente un proiettile è stata inviata ad Antonella Viola, ora finita sotto scorta. L’immunologa tarantina, che dirige l’istituto di Ricerca Pediatrica Città della Speranza, ha ricevuto la missiva minatoria due giorni fa nel suo ufficio di Padova. “I bambini non si toccano”, si legge nel testo, oltre a esplicite minacce alla scienziata e alla sua famiglia. “Se non cambia le sue interviste dicendo che i bambini non vanno vaccinati saremo ben lieti di colpire lei e la sua famiglia. Tranquilla, non morirà nessuno ma due pallottole calibro 22 … fanno solo un gran male. Non seguiranno altri comunicati”, riporta il Corriere della Sera.

Antonella Viola, professoressa di Patologia generale all’Università di Padova, ha commentato la vicenda con un post su Facebook: “Mi si ordina di dire che i bambini non devono essere vaccinati o spareranno a me o alla mia famiglia. Questi sono i No vax che sanno solo odiare, rifiutare logica e leggi, creare tensione e violenza. Sono ovviamente amareggiata perché ho speso gli ultimi due anni a servizio della collettività, senza risparmiarmi, sottraendo tempo alla mia famiglia e a me stessa. Sono arrabbiata con chi strizza l’occhio a certa gente, a chi mette in dubbio la nostra serietà e libertà da qualunque condizionamento, ma continuerò a fare del mio meglio per dare voce alla scienza e parlare a chi vuole ascoltare. Sempre guidata da etica, irresponsabilità e amore”.

x