« Torna indietro

Mira, tavolo periodico anche con le opposizioni e task force con nuove professionalità per il Pnrr

Pubblicato il 11 Febbraio, 2022

Il sindaco Dori: “Opportunità e responsabilità da affrontare con la più ampia collaborazione”.

Il vicesindaco Bolzoni: “Così sarà possibile usufruire delle competenze e professionalità necessarie per i vari bandi”.

11.2.2022 – Per il Piano di ripresa e resilienza nazionale (PNRR), il Comune vara la task force tecnico-politica e attiva il tavolo informativo aperto anche alle forze di opposizione.

La Giunta Comunale, infatti, ha dato il via libera a un doppio intervento che intende ampliare il più possibile l’attenzione e l’informazione sul PNRR. Per farlo, l’Amministrazione Dori ha introdotto un nuovo strumento di partecipazione e programmazione aperto a tutte le forze politiche che compongono il Consiglio comunale. “Come Giunta – spiega il sindaco Marco Dori – abbiamo voluto dare un segnale politico importante: l’istituzione di un tavolo informativo e di coordinamento periodico che coinvolga tutti i capigruppo, comprese le minoranze. Penso, infatti, che il PNRR sia un tema che debba essere affrontato in maniera ampia, anche per scambiarsi informazioni e prospettive, in una ottica di città che, di là dell’appartenenza politica, si interroga sui temi e le possibilità: il Pnrr è una grande opportunità, ma anche una responsabilità che ritengo sia giusto approfondire con la più ampia collaborazione”.

Oltre a questo aspetto politico, la Giunta ha avviato anche l’istituzione di una task force tecnico politica per affrontare al meglio le questioni e le progettazioni legate al PNRR, ma anche per altre fonti di finanziamento speciali.

L’amministrazione ha dato mandato ai propri uffici di avvalersi dei vari professionisti che di volta in volta saranno necessarie per affrontare i bandi del Piano: oltre ai profili tradizionali degli architetti e degli ingegneri, saranno coinvolte altre figure come l’esperto in efficientamento energetico, l’agronomo, il botanico, l’avvocato, l’esperto in europrogettazione, in pianificazione e in altri aspetti ancora.

“Con i bandi già in essere o di prossima uscita – sottolinea il sindaco Dori – ci si rende sempre più conto come vengano richieste, anche per la sola partecipazione alle manifestazioni di interesse, competenze che non sempre sono in capo all’amministrazione comunale. Per questo, assieme al vicesindaco Bolzoni che ha la delega per le Risorse umane e gli Affari generali, si è ritenuto opportuno valorizzare le competenze che servono all’attuazione delle azioni presenti nel PNRR ma anche per l’attuazione degli interventi da finanziare con i fondi della Legge Speciale”.

“Insieme alla Giunta – sottolinea il vice sindaco Bolzoni – abbiamo pensato di dare un ulteriore strumento di indirizzo per far sì che si potesse aprire il ventaglio di professionalità necessarie per affrontare le sfide del Piano, su cui ci sono molte aspettative. Così, per esempio, potranno essere individuate le competenze specifiche per le prossime scadenze che riguardano l’efficientamento energetico dei teatri e la valorizzazione dei parchi storici o la rivoluzione digitale”.