« Torna indietro

Morto l’ex Questore e Prefetto di Palermo Giuseppe Caruso, cittadino onorario di Pozzallo. Sindaco Ammatuna: “Viene a mancare un grande uomo delle istituzioni ed amico personale. Un faro che ha illuminato le mie scelte più importanti”

Profondo cordoglio da parte del primo cittadino di Pozzallo Roberto Ammatuna alla notizia della scomparsa dell’ex Questore e Prefetto di Palermo Giuseppe Caruso, cittadino onorario di Pozzallo.

“E’ con estremo dispiacere che ho appreso la notizia – ha commentato il sindaco – grande uomo delle istituzioni ed amico personale. Aveva svolto con estrema competenza il ruolo di direttore dell’Agenzia nazionale per i beni confiscati e fu uno dei primi a denunciare le storture nella gestione dei beni confiscati ai mafiosi e agli imprenditori accusati di essere in combutta con i boss. Certamente ha ricevuto meno di quanto abbia dato alle istituzioni, verso le quali nutriva un rispetto ed un attaccamento senza limiti. Anche se non era più in attività rimaneva sempre una persona attenta alle problematiche della legalità e alla lotta al malaffare, contro le quali si era battuto per tutta la sua vita.”

“Amava molto Pozzallo e probabilmente sono stato uno degli ultimi a scambiare opinioni e idee sui temi della legalità, perché proprio qualche giorno prima che partisse per Bergamo abbiamo avuto a casa mia un lungo colloquio, al termine del quale gli ho consegnato dei documenti che mi aveva promesso di analizzare in dettaglio appena possibile. Giuseppe Caruso ha rappresentato per me un punto di riferimento, un sostegno nei momenti di difficoltà ed un faro che ha illuminato le scelte più importanti che ho dovuto prendere. Sempre attento e partecipe alle iniziative pubbliche organizzate da enti e associazioni che si battono per la legalità, discreto nelle sue uscite pubbliche, era molto apprezzato a Pozzallo. Lo Stato, del quale è stato servitore illustre per tanti anni, perde un pezzo importante della sua storia, così come subisce una perdita notevole la città di Pozzallo ed anche il sottoscritto.” ha concluso provato Ammatuna.

x