« Torna indietro

Non invita fratello e nipote al matrimonio, loro gli bruciano l’auto e poi lo accoltellano

Pubblicato il 14 Luglio, 2022

Padre e figlio sono stati arrestati per tentato omicidio per aver reagito follemente al mancato invito alle nozze di un 34enne di Corato, nel barese.

Una lite di famiglia è degenerata in un tentato omicidio che vede protagonisti un 45enne e un 19enne, padre e figlio, entrambi di Corato (Ba), arrestati oggi dai Carabinieri.

Dalla prima ricostruzione fatta dagli inquirenti, gli indagati, nella serata tra il 30 giugno e il 1 luglio hanno litigato con la vittima, fratello del 45enne, perché non erano stati invitati al suo matrimonio, fino ad aggredirlo fisicamente con calci e pugni.

Il figlio 19enne ha prima sferrato una coltellata sul fianco dello zio 34enne, poi si è diretto verso il futuro cognato della vittima, intervenuto per sedare il litigio, e lo ha colpito con tre fendenti alla schiena: una delle coltellate gli ha anche causato la perforazione del polmone.

Per non farsi mancare nulla il padre e il figlio, sempre nella stessa strada di Corato, in via Eschilo, prima del litigio avrebbero dato fuoco all l’auto di proprietà del padre della futura sposa. La vicenda infatti si è svolta proprio davanti l’abitazione della giovane donna, dove poco prima era stata organizzata, dal futuro marito, una “serenata” a sorpresa. 

Dopo pochi minuti l’arrivo dei Carabinieri che, sul posto, hanno identificato le vittime, entrambe poi trasportate d’urgenza al Policlinico di Bari e all’ospedale “Bonomo” di Andria, in pericolo di vita per le ferite riportate.

Entrambi hanno riportato una prognosi di 30 giorni. Il padre 45enne e il figlio 19enne sono stati portati in carcere con l’accusa di tentato omicidio.