« Torna indietro

Pedopornografia online, chatta con minori, li registra e realizza video. Arrestato 21enne

Gli episodi di tale portata ormai sono sempre più frequenti, purtroppo, e la pedopornografia online continua ad essere una piaga dei nostri tempi. Il Salento non è nuovo a balzare agli onori della cronaca per queste vicende ed un nuovo filone investigativo si è chiuso con l’arresto di un 21enne di Brindisi. Nei confronti di quest’ultimo, infatti, si era aperta un’attività investigativa messa in atto dalla Polizia Postale pugliese in cui si è scoperto e si sono ritrovati sul telefonino e sul Pc del giovane dell’ingente materiale pedopornografico. Il giovane chattava con minori e poi si procurava video e immagini ed è stato questo l’esito delle indagini condotte dal Compartimento Polposta di Bari e coordinata dalla Procura della Repubblica di Lecce.

Pedopornografia online, le indagini che hanno incastrato il 21enne

Le investigazioni su quest’ennesimo episodio di pedopornografia online hanno preso il via da una segnalazione di un’organizzazione ·non governativa estera che si occupa di tutela dei minori, “Necmec” (National center for missing exploited children) in merito alla condivisione sulla rete internet di file pedopornografici da parte di diversi utenti, tra cui un italiano. Le indagini poste in essere hanno consentito di risalire all’uomo autore del reato, al quale, a seguito di una perquisizione personale e domiciliare, sono stati sequestrati, come detto, cellulare e personal computer. L’analisi informatica dei dispositivi e gli esami, anche di carattere tecnico, hanno consentito di accertare che l’uomo aveva realizzato un ingente archivio di materiale pedopornografico, creato anche registrando le sessioni di videochat avviate con diversi minori ritratti in atteggiamenti a sfondo sessuale. Nei suoi confronti e stata disposta dal Giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Lecce la misura degli arresti domiciliari per pedopornografia online, eseguita dagli agenti della Sezione di Polizia Postale e delle Comunicazioni di Brindisi.

x