« Torna indietro

Puglia, arriva l’ordinanza anti-caldo. Ecco cosa prevede

Pubblicato il 21 Giugno, 2022

Il caldo diventa asfissiante, e lo sarà sempre più nei prossimi giorni, e in alcuni orari della giornata diventa impossibile e massacrante svolgere alcuni lavori ed alcune mansioni più di altre. Si continuano a contare i morti sul posto di lavoro, purtroppo e, nelle estati passate, una delle cause principali di morte, è stato proprio il caldo asfissiante e i malori che ne sono conseguiti. Come già fatto in passato, anche se forse solo un po’ troppo tardi, la Regione Puglia vuole evitare di contare nuove tragedie sotto il sole ed emana un’ordinanza che coincide con l’inizio della stagione estiva, almeno secondo il calendario tradizionale. Arriva, infatti, il divieto di lavoro nei campi agricoli pugliesi sino al prossimo 31 agosto, dalle 12,30 alle 16.

Lo ha disposto il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, “in vista della terza ondata di caldo prevista nei prossimi giorni, con picchi sino a 43 gradi. Il provvedimento fa riferimento all’”attività lavorativa nel settore agricolo in condizioni di esposizione prolungata al sole” ed è stato adottato oggi per “motivi di igiene e sanità pubblica”. “L’elevata temperatura dell’aria, l’umidità e la prolungata esposizione al sole, rappresentano un pericolo per la salute dei lavoratori esposti per lunghi periodi di tempo alle radiazioni solari, a rischio, di stress termico e colpi di calore con esiti anche letali”, si legge nel testo dell’ordinanza. Il divieto, stando a quanto previsto, è valido limitatamente ai soli giorni in cui la mappa del rischio, riferita a “lavoratori esposti al sole” con “attività fisica intensa”, segnali un livello di rischio “alto”.