« Torna indietro

Resina di Cbd, quali proprietà benefiche

Pubblicato il 12 Gennaio, 2022

Da quando il Cbd è diventata una delle sostanze più ricercate in ambito di prodotti per la salute, da usare anche come integratore, sono tantissimi i prodotti correlati che hanno fatto la comparsa sul mercato. Un mondo oggi sconfinato che implica tutto ciò che ruota attorno al concetto di cannabis per uso medico o come integratore alimentare.
Ovviamente tutto secondo quanto stabilito dalla legge in vigore, visto che il Cbd è una sostanza regolamentata anche in Italia e che può essere utilizzata nell’ambito di determinati paletti. Tra le varie declinazioni del cannabidiolo (Cdb) c’è in particolare la resina: un estratto concentrato ricco di cannabidiolo.
Al suo interno, la Cbd resina è particolarmente ricca di terpeni in quanto i fiori di canapa vengono lavorati immediatamente dopo il raccolto. In questo modo, la resina viva di Cbd resta maggiormente naturale, senza essere alterata dal processo di stagionatura o raccolta.

Benefici e utilizzi della resina Cbd

La resina di Cbd ha diverse virtù ed il suo principio attivo è oggetto di numerosi studi; si parla in particolare di effetti sedativi, partendo dal fatto che il cannabidiolo elimina gli effetti del Thc, tetracannabidiolo, altra sostanza presente nella cannabis naturale con proprietà psicotrope. Un consumo eccessivo di Thc non a caso può causare ansia e paranoia.
Il Cbd in campo medico viene usato proprio per contrastare queste criticità: la resina Cbd interviene in questa fase, attraverso i suoi effetti sedativi, per ridurre gli attacchi di ansia e il battito cardiaco accelerato. È un ottimo rilassante.
La resina di cannabidiolo ha anche effetti analgesici e antinfiammatori, può essere utile per calmare dolori e infiammazioni in quanto agisce su determinati recettori per aumentare la reazione del sistema nervoso. Non a caso il Cbd è usato in ambito medico come lenitivo nel caso di dolori cronici prodotti da patologie anche gravi. 

Gli effetti sulla psiche

Oltre che sul fisico, il Cbd ha effetti anche a livello psicologico: per pazienti che soffrono di attacchi di ansia e sintomi di ansia, l’uso della resina Cbd può essere benefico in quanto regola gli sbalzi d’umore. In che modo assumere la resina di Cbd? Di base le strade sono due: 

  1. Vaporizzazione o inalazione: si può optare per la tecnica della vaporizzazione o dell’inalazione, utilizzando un vaporizzatore per resine o concentrati. Si procede scaldando la resina in un recipiente per andare poi ad inalarla tramite vaporizzatori, oggi ampiamente disponibili sul mercato.
  2. Infusione: le resine di Cbd possono essere consumate anche come infuso o in ricette di cucina; nel caso di infusione si dovranno privilegiare alimenti che non devono cuocere a lungo.

Sono queste le strade principali per consumare resina di Cbd: un qualcosa che deve comunque essere fatto sotto consiglio medico in quanto presente anche rischi e dovrebbe essere consumata con cautela, pur non essendo in linea di principio pericolosa. 

x