« Torna indietro

Rigassificatore, ISP: “Giani smetta di provocare la popolazione Piombino

Pubblicato il 11 Agosto, 2022

“Da settimane il presidente della Regione Eugenio Giani sta pubblicando foto delle bellezze toscane con lo slogan “Toscana ovunque bella” (o qualcosa di simile). Molti di questi posti si trovano nell’arcipelago toscano di cui Piombino è il centro naturale. Quindi lui pubblica foto dell’Elba, del Giglio ecc. ecc. esaltando le bellezze di luoghi che sono a poche miglia nautiche dal Porto di Piombino. Peccato che in qualità di Commissario di governo, sempre Giani  deve far installare  un rigassificatore su un molo che dista 1500 metri dalle prime abitazioni e 2500 metri dal centro della città” lo dichiara Maurizio Romani, presidente Regionale Ancora Italia/Italia sovrana e Popolare.
“ Un  impianto altamente impattante al punto che uno simile (per la verità leggermente più piccolo), davanti alle coste di Livorno, per motivi di sicurezza è stato installato a 12,5 miglia dalla costa (23 km). E questo nonostante che, come dichiarano vari esperti, in caso di incidente industriale rilevante o attentato terroristico l’esplosione raderebbe al suolo tutta l’area da Follonica a San Vincenzo compresa l’Elba. Quindi la spiaggia di “Capo bianco”, oggetto di uno degli ultimi post del presidentissimo commissario Giani sarebbe disintegrata all’istante ad esempio” aggiunge Romani. 
Che conclude “la popolazione di Piombino percepisce tutte queste cose come provocazioni e infatti i commenti ai post del presidente della Toscana sono pieni di “No rigassificatore” e altri commenti irripetibili. Nel ribadire il No di Italia Sovrana e popolare a impianti così pericolosi all’interno di un porto commerciale che è il secondo per traffico passeggeri d’Italia chiediamo al Presidente Giani di dimettersi nell’attesa del prossimo governo e di smettere di provocare ulteriormente una popolazione che sabato scorso ha fatto la 14 azione di protesta in pochi mesi”.