« Torna indietro

San Giorgio, giornata contro il bullismo. Parla il magistrato: “Impariamo a distinguere la realtà dai social”

Il magistrato ha spiegato ai ragazzi i pericoli che si celano nel web.

Pubblicato il 8 Febbraio, 2022

Giornata importante contro il bullismo ed il cyberbullismo oggi a San Giorgio a Cremano, che si è svolta nella Fonderia Righetti.

Ospite della giornata il sostituto procuratore presso il Tribunale per i Minorenni, Emilia Galante Sorrentino, che vive quotidianamente a stretto contatto con ragazzi difficili.

Gli alunni, coadiuvati dai docenti, hanno posto domande sul fenomeno bullismo ed il magistrato ha ribadito la necessità di usare in modo consapevole smartphone, pc e social.

“Dobbiamo distinguere – sostiene il magistrato- tra realtà, cioè quello che chiamiamo amico, ed il mero interlocutore attraverso i social. Dobbiamo imparare a vivere lo spazio virtuale come quello della nostra casa.

Come la sera chiudiamo la porta prima di andare a dormire, così dobbiamo vivere il nostro telefonino. A casa nostra non apriamo a chiunque, quindi non consentiamo a chiunque di chattare con noi.

Secondo le statistiche– prosegue la Sorrentino- almeno 2 ragazzi su 10 si scambiano foto intime sul cellulare. Anche fidanzatini si scambiamo foto intime esprimendo così la loro affettività.

Ma è sbagliato. Il web è un luogo senza spazio e senza tempo. Le foto inviate compiono un viaggio di sola andata e possono essere recuperate in qualsiasi momento. E, soprattutto, una volta immesse nel circuito virtuale continuano a viaggiare nel web. Facciamo quindi un uso responsabile dei social”.

Skip to content