« Torna indietro

Stupefacenti sequestrati a Verona

Senza categoria

Stazione di Porta nuova: fermata baby gang e arrestati due spacciatori

Pubblicato il 10 Giugno 2020

Una duplice operazione delle Polizia locale di Verona ha permesso di bloccare una baby gang che ieri sera ha derubato due ragazzi nell’area dei giardini della Giarina e di arrestare due spacciatori nordafricani. Entrambe le operazioni si sono concluse nei pressi della stazione di Porta Nuova e sono il frutto di un costante monitoraggio e controllo del territorio da parte delle pattuglie.

La baby gang, formata da 4 minorenni di Verona (un 14enne, un 16enne e due 17enni, di cui tre italiani e un moldavo), aveva cominciato a tener d’occhio le proprie vittime, un ragazzo da poco maggiorenne e un minorenne, in via Cappello, dove, secondo la ricostruzione del Nucleo Polizia Giudiziaria, è avvenuto il primo contatto. Poi, i quattro hanno seguito le due vittime fino alla zona dei giardini della Giarina, dove li hanno accerchiati, minacciati e derubati di una bicicletta e di un cellulare, del computer e della torcia della bici oltre al contachilometri. Bicicletta e cellulare sono stati subito abbandonati.
Dopo aver subito il furto, i due ragazzi hanno chiamato le Forze dell’ordine che si sono messe sulle tracce delle baby gang, individuata e fermata in stazione. Gli agenti hanno trovato i quattro in possesso della refurtiva oltre a oggetti da scasso. I ragazzi sono stati condotti al Comando di via del Pontiere e denunciati al Tribunale per i Minorenni di Venezia, che potrebbe contestare l’accusa di rapina impropria. Nel frattempo i quattro minorenni sono stati affidati ai genitori.

Quanto ai nordafricani, mentre, gli agenti stavano monitorando la zona in cui era presente la baby gang hanno individuato i due extra-comunitari che sono stati trovati in possesso di 96 grammi di marijuana, già divisa in 16 dosi, e di circa 100 euro di cui non hanno saputo giustificare la provenienza. Gli spacciatori sono stati condotti in cella di sicurezza. L’udienza di direttissima di questa mattina ha convalidato l’arresto e ha fissato il processo al 4 di novembre. Nel frattempo, per loro è stata prevista la misura dell’obbligo di firma, due volte a settimana, al Comando della Polizia locale.